Iva: ai fini della accessorietà è determinante il rapporto di stretta funzionalità tra le prestazioni

Iva: ai fini della accessorietà è determinante il rapporto di stretta funzionalità tra le prestazioni

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta n. 348 del 17 maggio 2021 ha fornito chiarimenti in merito al trattamento ai fini Iva delle prestazioni accessorie, ai sensi dell’art. 12 del Dpr. n. 633/1972.

Nel caso di specie, un Ente del Ssn. ha proceduto all’indizione di una procedura aperta finalizzata alla conclusione di un Accordo-quadro biennale con più operatori economici per la fornitura in placement di Piattaforme robotiche, suddivise in 2 lotti, per ortopedia protesica di anca e ginocchio da destinare alle AA.SS. della Regione.

In particolare, il disciplinare di gara precisa che la fornitura sarà gestita in placement prevedendo quanto

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Cassazione: sì alla riproposizione in appello dei motivi di I grado

Nella Sentenza n. 3451 del 14 febbraio 2014, della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità hanno affermato che la

Condizioni per la legittimità dell’affidamento di un servizio pubblico ad una Società mista: affidamento del servizio di Rsu e differenziata

Nella Sentenza n. 4010 dell’11 marzo 2015 del Tar Lazio, un Comune con Deliberazione, ai fini del rendimento del pubblico

Consultori: condizioni per il mantenimento della qualifica di Onlus in presenza di spese a carico degli utenti

L’Agenzia delle Entrate – Direzione centrale Normativa, con la Risoluzione 23 gennaio 2015, n. 10/E, avente ad oggetto “Interpello –

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.