Iva: alle prestazioni rese dagli operatori socio-sanitari non si applica il regime di esenzione, bensì l’aliquota ordinaria

Iva: alle prestazioni rese dagli operatori socio-sanitari non si applica il regime di esenzione, bensì l’aliquota ordinaria

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 90 del 3 dicembre 2018, ha chiarito che non rientrano nel regime di esenzione Iva ex art. 10, comma 1, n. 18), del Dpr. n. 633/1972, le prestazioni di servizi effettuate dagli operatori socio-sanitari (c.d. “oss”).

La Società istante presta servizi di assistenza sanitaria a domicilio per il trattamento delle malattie croniche respiratorie o degenerative, consistenti, in particolare, nella progettazione ed erogazione dei servizi di assistenza a domicilio e servizi di Adi (“Assistenza domiciliare integrata”), assistenza respiratoria domiciliare, nutrizione artificiale domiciliare e ospedalizzazione domiciliare.

Tra i

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

La separazione contabile per le Società a controllo pubblico: Direttiva del Mef

Si sta completando la disciplina delle Società a controllo pubblico con un altro tassello importante: ai sensi dell’art. 6, comma

Beni e servizi infungibili: le nuove “Linee guida” Anac

Anac ha rilasciato, con Determinazione n. 950 del 13 settembre 2017, le “Linee guida” n. 8, in materia di acquisizione

Bilancio di previsione 2019-2021: dalla Conferenza Stato-Regioni nuova proroga al 31 marzo 2019 per Comuni, Province e Città metropolitane

La Conferenza Stato-Città ed Autonomie locali, nel corso della seduta del 17 gennaio 2019, ha espresso parere favorevole alla proroga

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.