Iva: alle prestazioni rese dagli operatori socio-sanitari non si applica il regime di esenzione, bensì l’aliquota ordinaria

Iva: alle prestazioni rese dagli operatori socio-sanitari non si applica il regime di esenzione, bensì l’aliquota ordinaria

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 90 del 3 dicembre 2018, ha chiarito che non rientrano nel regime di esenzione Iva ex art. 10, comma 1, n. 18), del Dpr. n. 633/1972, le prestazioni di servizi effettuate dagli operatori socio-sanitari (c.d. “oss”).

La Società istante presta servizi di assistenza sanitaria a domicilio per il trattamento delle malattie croniche respiratorie o degenerative, consistenti, in particolare, nella progettazione ed erogazione dei servizi di assistenza a domicilio e servizi di Adi (“Assistenza domiciliare integrata”), assistenza respiratoria domiciliare, nutrizione artificiale domiciliare e ospedalizzazione domiciliare.

Tra i

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Lavoro agile”: ambito di tutela riconosciuta al dipendente

L’Inail, con la Circolare n. 48/17, ha fornito chiarimenti sul cd. “lavoro agile” (smart working), con particolare riferimento agli obblighi

Bilancio: Note metodologiche e “fabbisogni standard” per le funzioni generali di amministrazione di gestione e controllo

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 240 del 15 ottobre 2014 (S. O. n. 78), il Decreto del Presidente del

Debiti P.A.: al via le anticipazioni per il pagamento dei debiti dei Comuni in dissesto

In applicazione di quanto stabilito dall’art. 33, comma 1, del Dl. n. 66/14, convertito con modificazione dalla Legge n. 89/14

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.