Iva: anche le Società “in house” applicano il regime di esenzione alle prestazioni socio-sanitarie ed assistenziali

Iva: anche le Società “in house” applicano il regime di esenzione alle prestazioni socio-sanitarie ed assistenziali

Ctr-Lombardia – Sentenza n. 1017/67/16 del 18 gennaio 2016

 

È stato avanzato ricorso alla Ctr-Lombardia da una Società “in-house providing”, in seguito ad avviso di accertamento emesso dall’Agenzia delle Entrate, avente ad oggetto l’applicazione dell’Iva su operazioni eseguite in regime di esenzione ex art. 10, comma 1, n. 27-ter, del Dpr. n. 633/72, “in carenza di requisiti di legge” e su indeducibilità ai fini Ires ed Irap di costi ritenuti non inerenti.

In sede di ricorso, la parte contestava il difetto di motivazione degli atti impositivi e nel merito sosteneva l’infondatezza dell’operato

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Notifica cartelle di pagamento: il punto della Cassazione sul procedimento

Nella Sentenza n. 23039 dell’11 novembre 2016, la Corte di Cassazione si esprime in tema di procedimento di notifica della

Dichiarazioni fiscali: disponibili il Modello “730”, la “CU”, la Dichiarazione “Iva” ed il Modello “770” riferiti all’anno d’imposta 2020

L’Agenzia delle Entrate, con il Comunicato-stampa pubblicato nella tarda serata del 15 gennaio 2021, ha reso noto che da tale

Fatture elettroniche: motivi che possono giustificare il rifiuto nei 15 giorni successivi alla ricezione

Il quesito: “Quali sono i motivi che possono giustificare il rifiuto della fattura elettronica nei 15 giorni successivi alla sua