Iva su appalto di lavori: nei rapporti tra Società costituita a seguito di Ati e consociate vale il mandato senza rappresentanza

Iva su appalto di lavori: nei rapporti tra Società costituita a seguito di Ati e consociate vale il mandato senza rappresentanza

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 188/E del 12 giugno 2019, ha fornito chiarimenti in ordine all’applicabilità della disciplina Iva riferita al mandato senza rappresentanza, di cui all’art. 3, comma 3, del Dpr. n. 633/1972, nei rapporti tra una Società costituita a seguito di Ati composta da 3 Società (Consociate), aggiudicatarie di una gara per la rifunzionalizzazione e l’adeguamento delle sezioni di trattamento di un impianto di depurazione.

L’Agenzia ha proceduto in primo luogo a verificare se il rapporto giuridico cui imputare le operazioni rese e ricevute dalla Società verso le Consociate sia riconducibile ad un rapporto di mandato

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Con l’intesa sul Decreto correttivo dell’armonizzazione, un passo decisivo verso il cambiamento

In questi 3 anni si è molto insistito sulla “novità”, e comunque sulla rilevanza della sperimentazione come approccio bottom-up (“dal

Anagrafe tributaria: le novità in materia di semplificazione e contrasto all’evasione al centro di un’Audizione del Direttore Orlandi

Fatturazione elettronica, “Anagrafe nazionale della popolazione residente”, progetto “@e.bollo”, Modelli “730” precompilati: sono solo alcuni dei temi che sono stati

Anac: approvate le nuove “Linee-guida” per la prevenzione della corruzione e della trasparenza da parte degli Organismi partecipati dalla P.A.

Anac ha pubblicato sul proprio sito le “Nuove ‘Linee-guida’ per l’attuazione della normativa in materia di prevenzione della corruzione e

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.