Iva: attiva fino al 31 gennaio 2014 la consultazione per l’introduzione di una Dichiarazione standard in tutta l’Unione europea

Sará attiva fino al 31 gennaio 2014 la consultazione relativa all’introduzione di una Dichiarazione Iva standard per tutte le imprese operanti nell’Unione europea. A darne notizia è il Mef – Dipartimento delle Finanze, con una Nota pubblicata nei giorni scorsi sul proprio sito web istituzionale.

La proposta di introdurre una Dichiarazione armonizzata tra tutti gli Stati membri è stata lanciata il 23 ottobre 2013 nell’ambito della Commissione europea, con la proposta di Direttiva del Consiglio COM(2013)721 che modifica la Direttiva 2006/112/Ce relativa al sistema comune d’Imposta sul valore aggiunto. L’esigenza di un modello comune (caratterizzato da un insieme limitato di informazioni obbligatorie e un formato standard per tutti, preferibilmente elettronico), è emersa dalla volontá di superare le complicazioni che le imprese che operano su piú Paesi sono al momento costrette a fronteggiare. Obiettivo della Commissione europea è evitare che la mole di adempimenti e le significative differenze tra i dati richiesti in uno Stato piuttosto che in un altro, inibiscano gli scambi transfrontalieri.

La consultazione è rivolta ai cittadini, alle Associazioni economico-professionali, ai Professionisti, ma anche ai Centri di ricerca e alle Università. Tutti i soggetti interessati sono invitati a trasmettere al Dipartimento, entro il 31 gennaio 2014, “contributi e osservazioni utili sulla proposta, che potranno riguardare l’intero contenuto o specifiche parti della stessa, nel qual caso, in particolare, individuando gli articoli o i gruppi di articoli o le sottosezioni cui i contributi e le osservazioni si riferiscono. Un resoconto dei contributi pervenuti sarà pubblicato al termine della consultazione”.


Tags assigned to this article:
IVAUE

Related Articles

“Split payment”: confermata l’esclusione degli Enti Parco

Gli Enti Parco sono, in quanto Enti pubblici non economici, esclusi dall’ambito di applicazione dello “split payment”. Interpellato dagli Esperti

Sostituto d’imposta: istituito il nuovo codice-tributo per il versamento delle ritenute sui redditi da lavoro dipendente e assimilati

Con la Risoluzione n. 13 del 17 marzo 2016, l’Agenzia delle Entrate ha razionalizzato e ridenominato alcuni codici-tributo per i

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.