Iva: definite le informazioni e le specifiche tecniche per la memorizzazione e la trasmissione dei corrispettivi

Iva: definite le informazioni e le specifiche tecniche per la memorizzazione e la trasmissione dei corrispettivi

Con il Comunicato-stampa 21 luglio 2016, l’Agenzia delle Entrate ha reso noto che, sul sito del “Tris” della Commissione europea, è disponibile la bozza del Provvedimento contenente le specifiche tecniche per la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica opzionale dei dati dei corrispettivi Iva.

Ai sensi dell’art. 2, del Dl. n. 127/15, dal 1° gennaio 2017 i soggetti che effettuano cessioni di beni e prestazioni di servizi verso clienti privati di cui all’art. 22, del Dpr. n. 633/72, possono optare per la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate dei dati dei corrispettivi giornalieri delle cessioni

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Ici: i presupposti di imposizione sui fabbricati rurali

Nell’Ordinanza n. 21878 del 7 settembre 2018 della Corte di Cassazione, la questione controversa in esame riguarda i presupposti impositivi

Durc e autocertificazione: non si applica l’invito alla regolarizzazione e la verifica va effettuata alla data della dichiarazione

Tar Sicilia, Palermo, Sezione III, Sentenza n. 660 del 12 marzo 2015 La procedura di regolarizzazione contributiva prevista dall’art. 7,