Iva: esente l’attività socio-educativa svolta nelle “agri-comunità” dalle “fattorie didattiche” e dalle “fattorie sociali”

Iva: esente l’attività socio-educativa svolta nelle “agri-comunità” dalle “fattorie didattiche” e dalle “fattorie sociali”

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 77/E del 16 ottobre 2018, ha fornito chiarimenti in merito al trattamento fiscale, ai fini dell’Iva, delle prestazioni socio-educative svolte, nei confronti di un Comune, da parte di una Azienda agricola che risulta iscritta nei Registri regionali delle “Fattorie didattiche”, in quello delle “Fattorie sociali” e nel Registro delle Comunità per minori, nonché nel Sistema informativo minori accolti (“Sim”) del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

Tale Comunità attua un modello peculiare di accoglienza teso a valorizzare ai fini della riabilitazione l’aspetto ambientale. Per cui la

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Pubblico Impiego”: firmato l’Accordo preliminare per il Contratto collettivo 2016-2018 per i dipendenti del Comparto “Funzioni locali”

Aumenti medi pari a circa Euro 85, introduzione di un elemento perequativo della retribuzione con valori più elevati per le

Avviso di accertamento: è nullo se non è sottoscritto dal Direttore dell’Ufficio o suo delegato

Nella Sentenza n. 12 del 7 gennaio 2015 della Ctp Frosinone, i Giudici osservano che nel diritto tributario vi sono

Acquisti intracomunitari in ambito istituzionale: modificati i codici-tributo per chi presenta il Modello “Intra 12”

  L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 91/E del 14 luglio 2017, ha istituito i codici-tributo per il versamento,

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.