Iva: esente l’attività socio-educativa svolta nelle “agri-comunità” dalle “fattorie didattiche” e dalle “fattorie sociali”

Iva: esente l’attività socio-educativa svolta nelle “agri-comunità” dalle “fattorie didattiche” e dalle “fattorie sociali”

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 77/E del 16 ottobre 2018, ha fornito chiarimenti in merito al trattamento fiscale, ai fini dell’Iva, delle prestazioni socio-educative svolte, nei confronti di un Comune, da parte di una Azienda agricola che risulta iscritta nei Registri regionali delle “Fattorie didattiche”, in quello delle “Fattorie sociali” e nel Registro delle Comunità per minori, nonché nel Sistema informativo minori accolti (“Sim”) del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

Tale Comunità attua un modello peculiare di accoglienza teso a valorizzare ai fini della riabilitazione l’aspetto ambientale. Per cui la

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Responsabilità: affidano un incarico da 130.000 Euro ad un giovane senza esperienza, condannati gli Amministratori di un Ente regionale

Corte dei conti – Sezione giurisdizionale per l’Emilia Romagna, Sentenza n. 192 del 15 aprile 2011 Oggetto Condanna del Presidente

“Servizi Demografici”: aggiornate le procedure e i dati di servizio dell’Aire centrale

A partire dal 31 dicembre 2014 sono state soppresse le Ambasciate italiane di Santo Domingo (Repubblica Dominicana) e Tegucicalpa (Honduras).

Scadenza dell’obbligazione e copertura debiti fuori bilancio

Nella Delibera n. 21 del 23 ottobre 2018 della Corte dei conti Autonomie, viene chiesto un parere sulle modalità di

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.