Iva: la cessione di un immobile da parte di un Comune è qualificabile come rilevante solo se avviene nell’ambito di una gestione predefinita

Iva: la cessione di un immobile da parte di un Comune è qualificabile come rilevante solo se avviene nell’ambito di una gestione predefinita

Corte di Cassazione – Sentenza Sezione 5 n. 16534 del 13 giugno 2017

 

Nel caso in cui un Comune ponga in essere meri atti di disposizione del proprio patrimonio e successivamente lo ceda a terzi, l’operazione di cessione non può essere assoggettata ad Iva ma sconta l’Imposta di registro proporzionale, per mancanza del requisito soggettivo Iva in capo al Comune, ai sensi dell’art. 4 del Dpr. n. 633/72.

E’ quanto sancito dalla Corte di Cassazione con Sentenza n. 16534 del 13 giugno 2017, pubblicata lo scorso 5 luglio 2017, di condanna in solido di un importante Comune

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Convenzione tra P.A. per la gestione di una Farmacia: la giurisdizione spetta al Giudice amministrativo

Nell’Ordinanza n. 11376 del 3 giugno 2015 della Corte di Cassazione, i Giudici affermano che sono attribuite alla giurisdizione esclusiva

Debito fuori bilancio: prestazioni senza titolo

Nella Delibera n. 60 del 30 maggio 2019 della Corte dei conti Puglia, viene chiesto un parere in merito al

“Fondo salario accessorio”: progressioni e indennità di Comparto dei cessati non determinano incrementi

Corte dei conti e Aran hanno recentemente fornito chiarimenti sugli effetti determinati sul “Fondo per il salario accessorio” relativamente alle