Iva: l’emissione di note di credito entro il 30 aprile legittima l’emittente alla detrazione dell’Iva

Iva: l’emissione di note di credito entro il 30 aprile legittima l’emittente alla detrazione dell’Iva

L’Agenzia delle Entrate, con il Principio di diritto n. 5 del 14 febbraio 2020, ha chiarito che, al verificarsi di uno dei presupposti per l’emissione della nota di variazione in diminuzione ai fini Iva, previsti dall’art. 26, comma 2, del Dpr. n. 633/1972, per effetto del richiamo all’art. 19 del Dpr. n. 633/1972, contenuto nel citato art. 26, il diritto alla detrazione può essere esercitato, al più tardi, con la Dichiarazione Iva relativa all’anno in cui il predetto diritto è sorto ed alle condizioni esistenti al momento da cui si può esercitare il diritto medesimo.

La nota di variazione, emessa entro il suddetto termine, legittima l’emittente alla detrazione della relativa Iva, originariamente addebitata per rivalsa, ed obbliga il ricevente alla registrazione della stessa, ai sensi del comma 5 dello stesso art. 26.


Related Articles

Imu: obbligo di pagamento da parte della Società di leasing in caso di risoluzione del contratto senza riconsegna dell’immobile

Nella Sentenza n. 13793 del 22 maggio 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità si esprimono sull’art. 9

Tarsu: l’onere della prova grava sul contribuente

Nell’Ordinanza n. 21780 del 7 settembre 2018, la Corte di Cassazione ha affermato che, in tema di Tarsu, grava sul

Patto di stabilità: ripartiti gli spazi finanziari per interventi nel Settore delle linee metropolitane

Con Decreto Mef n. 98886 del 25 gennaio 2016 sono stati ripartiti gli spazi finanziari di cui all’art. 11 del

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.