Iva: si applica l’aliquota ridotta solo ai consumatori finali di bevande in capsule o cialde

Iva: si applica l’aliquota ridotta solo ai consumatori finali di bevande in capsule o cialde

Con la Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 103/E del 17 novembre 2016, concernente l’interpretazione del n. 121, della Tabella “A”, Parte III, allegata al Dpr. n. 633/72, sono stati chiesti chiarimenti in ordine alla corretta aliquota Iva da applicare nei casi di somministrazioni di alimenti o bevande tramite distributori automatici a capsule o cialde effettuate nei confronti, sia di soggetti che in qualità di “consumatori finali”, acquistano e “trasformano” le capsule/cialde in bevande, che di soggetti privati che acquistano le capsule/cialde in un momento successivo rispetto a quello in cui viene loro dato a

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Capacità assunzionale: non deve essere consolidata tra Enti Locali e Società partecipate

Con la Delibera n. 319 del 10 settembre 2019, la Corte dei conti, Sezione controllo Toscana, ha chiarito la non

Inps: al via le comunicazioni sulla situazione debitoria dei committenti P.A.

L’Inps, con il Messaggio n. 2603 del 10 giugno 2016, ha informato che sono state elaborate le situazioni debitorie dei

Opposizione all’esecuzione forzata di crediti erariali mediante iscrizione a ruolo

Nell’Ordinanza n. 29798 del 18 novembre 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che nelle cause di