La gestione del personale dopo la “Legge di stabilità 2016”

La gestione del personale dopo la “Legge di stabilità 2016”

Il 30 dicembre 2015 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Legge 28 dicembre 2015, n. 208, rubricata “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato” (c.d. “Legge di stabilità 2016”), composta di un solo articolo suddiviso in 999 commi, in vigore dall’1° gennaio 2016. La Legge n, 208/15 contiene, come oggi anno, norme in materia di personale, quest’anno particolarmente importanti in considerazione dell’esigenza di collocare il personale soprannumerario delle Province e dell’Area vasta, azione iniziata nel 2015 e che non si è ancora conclusa.

Altra novità importante che ha riflesso sulla spesa

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Dup: confermata la necessità della Delibera del Consiglio comunale

Con la Faq n. 9, pubblicata il 7 ottobre 2015 sul sito istituzionale del Ministero dell’Economia e delle Finanze –

“Legge di bilancio 2018”: approvato il Ddl. della Manovra, per i Comuni si prospetta una duplice spinta agli investimenti

Spazi finanziari e contributi per rilanciare gli investimenti in opere pubbliche nel triennio 2018-2020, nuovi fondi per la riqualificazione delle

Affidamento Servizio “Tesoreria” dopo l’entrata in vigore del Dlgs. n. 50/16: concessione o appalto?

Il quesito: “Dobbiamo rinnovare il Servizio di ‘Tesoreria’e nel bando di gara, inizialmente, non verrà previsto un compenso. Trattasi di