La giornata parlamentare – 16 ottobre 2019

La giornata parlamentare – 16 ottobre 2019

Cdm: il governo approva salvo intese dl fiscale e legge di bilancio

Dopo una vera e propria maratona notturna, il Cdm ha approvato il Documento programmatico di bilancio (Dpb) da inviare alla Commissione europea e ha dato l’ok “salvo intese” alla legge di Bilancio per il 2020 e al decreto fiscale collegato alla manovra. I capisaldi della manovra dell’esecutivo riguardano la sterilizzazione dell’aumento dell’Iva, la conferma di Quota 100 (voluta dal M5S) la riduzione delle tasse solo per i lavoratori che vale circa 2 miliardi (come voleva il Pd). La misura bandiera voluta dal premier Giuseppe Conte sul tetto al contante c’è: si passa da 3000 a 2000 euro nel 2020 e 2021, per poi scendere a 1000 euro negli anni successivi. A questo si lega nel dl fiscale una norma che prevede multe per i commercianti che non accettano carte e bancomat e una serie di incentivi per il pagamento con moneta elettronica (superbonus, lotterie, ecc.) e disincentivi come il carcere per gli evasori.

La manovra comprende anche un sostegno alle famiglie (Ape Social, Opzione Donna e gratuità degli asili nido), cancellazione del superticket in sanità e proroga delle detrazioni per la riqualificazione energetica, gli impianti di micro-cogenerazione e le ristrutturazioni edilizie. Le coperture della manovra, che dovrebbe superare i 30 miliardi, saranno garantite da flessibilità sul deficit, spending rewiew, abolizione dei sussidi ambientalmente dannosilotta all’evasione fiscale e dal maggior gettito dalle imposte delle partite Iva.

Il dibattito tv Salvini-Renzi tra slogan e discorsi già sentiti

Nella terza Camera del Paese dopo la partita Lichtenstein-Italia è andato in onda il confronto tv tra Matteo Renzi e Matteo Salvini. Era dal 2005 che Porta a Porta non ospitava un evento del genere. All’epoca, in epoca di maggioritario, si sfidarono i candidati premier Silvio Berlusconi e Romano Prodi. Nell’ora e mezza di botta e risposta, i due Matteo hanno sfoderato il loro classico repertorio: da una parte il leghista si è concentrato sulla rivendicazione delle politiche attuate dallo stesso governo (Quota 100porti chiusi, legittima difesa, lotta alle disabilità, …) mentre il fondatore di Italia Viva si è concentrato nel marcare le differenze con l’altro Matteo parlando dei 49 milioni, della scarsa partecipazione dell’avversario ai voti in Senato, della diversa visione della globalizzazione (speranza contro paura) e della rivendicazione di quanto fatto durante i governi Renzi e Gentiloni.

Si è trattato di un dibattito molto autoreferenziale in cui sia Salvini sia Renzi hanno parlato principalmente al loro potenziale elettorato: da una parte Matteo Salvini ha cercato di consolidare la propria posizione in quella fetta di italiani che sono visceralmente contrari all’attuale Governo e che vedono nella Lega l’unica alternativa; dall’altra parte, Matteo Renzi ha strizzato l’occhio agli elettori moderati di centrodestra e di centrosinistra che secondo l’ex premier non hanno più una casa politica e che vedrebbero in un partito “centrista” come Italia Viva un naturale approdo. 

Mattarella negli Usa per discutere dei dazi su agroindustria italiana

Il presidente Mattarella è partito per gli Stati Uniti accompagnato dai ministri Luigi Di Maio e Paola Pisano per incontrare il Presidente Donald Trump e la speaker della Camera, Nancy Pelosi a Washington per poi recarsi a San Francisco per partecipare ad un convegno sull’innovazione. L’obiettivo del viaggio è rilanciare le relazioni tra i due paesi alla luce delle complicazioni intervenute dopo i dazi americani sui prodotti dell’agroindustria italiana. La controparte americana molto probabilmente chiederà delucidazioni all’Italia per quanto riguarda la questione della Nuova Via della Seta e gli investimenti cinesi nel 5G in Italia. Il viaggio del Capo dello Stato si inserisce nel quadro turbolento del Russiagate e alla vigilia dell’audizione di Giuseppe Conte al Copasir prevista per la settimana prossima in cui il premier risponderà alle domande del neopresidente, il leghista Raffaele Volpi.

L’Aula del Senato

L’Aula del Senato tornerà a riunirsi alle 9.30 per la discussione di una ratifica di un trattato internazionale. Successivamente, alle 10.30 il Presidente del Consiglio svolgerà le comunicazioni in vista del Consiglio europeo del 17 e 18 ottobre 2019. A seguire l’Aula del Senato discuterà il ddl recante disposizioni urgenti per la tutela del lavoro e per la risoluzione di crisi aziendali

Le Commissioni del Senato

Per quanto riguarda le Commissioni, la Affari Costituzionali in sede riunita con la Difesa si confronterà sullo schema di decreto sulla revisione dei ruoli delle Forze di polizia. La Commissione Agricoltura in sede riunita con la Territorio continuerà l’esame dei ddl sul consumo di suolo. Le Commissioni Industria insieme alla Lavoro voterà gli emendamenti al ddl di conversione del decreto per la tutela del lavoro e per la risoluzione di crisi aziendali. 

L’Aula della Camera 

Alle 11.00 verrà discussa la Relazione della Giunta per le autorizzazioni nell’ambito di un procedimento penale nei confronti di Guido Crosetto. Come di consueto, mercoledì alle 15.00 avrà luogo il question time. Alle 16.00 si terranno le comunicazioni del Presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo del 17 e 18 ottobre 2019.  

Le Commissioni della Camera

La Commissione Affari Costituzionali procederà all’elezione di un segretario e in sede riunita con la Trasporti proseguirà l’esame del ddl di conversione del decreto in materia di perimetro di sicurezza nazionale cibernetica. La Commissione Giustizia svolgerà l’audizione del Ministro della giustizia, Alfonso Bonafede, sulle linee programmatiche del suo dicastero. La Finanze ascolterà i rappresentanti di CNCU, ACI, in materia di definizione dei premi relativi all’assicurazione obbligatoria per i veicoli a motore.

La Commissione Ambiente svolgerà alcune interrogazioni e ascolterà i rappresentanti della CONFAPI, di Confimi Industria, della Confagricoltura e della CIA, nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulla normativa che regola la cessazione della qualifica di rifiuto (“end of waste”). La Trasporti svolgerà l’audizione della Ministra delle infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli, sulle linee programmatiche del suo ministero. Alle 9.30 la Commissione ascolterà i rappresentanti di Unione petrolifera, ENI, Q8 e Tamoil, nell’ambito della risoluzione sul settore della distribuzione dei carburanti e alle 10.30 proseguirà l’esame della pdl sull’istituzione del Ministero del turismo.

La Commissione Affari sociali svolgerà una serie di audizioni sul sostegno della ricerca e della produzione dei farmaci orfani e della cura delle malattie rare e sul contrasto al fenomeno dell’antibiotico-resistenza. La Commissione proseguirà anche l’esame delle pdl sulla disciplina delle attività funerarie. L’Agricoltura ascolterà i rappresentanti di Agrinsieme e Coldiretti sulle iniziative concernenti l’uso agricolo dei prodotti derivati dalla cannabis sativa.

Nomos

A cura di Nomos Centro Studi parlamentari

La settimana parlamentare” è una rubrica a cura di Nomos Centro Studi Parlamentari, partner commerciale dell’Editore di questo Portale di informazione specializzata, Centro Studi Enti Locali S.p.a. .
Grazie alla sinergia avviata tra queste due realtà imprenditoriali, ai Lettori di Entilocali-online.it viene offerta la possibilità di consultare, in maniera del tutto gratuita, gli aggiornamenti relativi ai temi e ai provvedimenti al centro dell’attenzione dei due rami del Parlamento.
La scelta di avviare questo nuovo Progetto – ampliando la vasta gamma di servizi e contenuti accessibili attraverso questo Portale – si pone in continuità con il costante sforzo profuso da Centro Studi Enti Locali per garantire un’informazione sempre più efficace, tempestiva e completa ai propri Abbonati.


Related Articles

La giornata parlamentare – 13 marzo

Sale la tensione tra M5S e Lega in vista del voto su Salvini e Toninelli La tensione all’interno della maggioranza

La giornata parlamentare – 22 marzo

L’Assemblea del Senato tornerà a riunirsi a partire dalle 16.30 per l’esame del decreto relativo alla protezione internazionale e al

La giornata parlamentare – 30 maggio

L’Assemblea del Senato tornerà a riunirsi a partire dalle 16.30 per le comunicazioni del Presidente sul calendario dei lavori deciso

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.