La giornata parlamentare – 9 ottobre

La giornata parlamentare – 9 ottobre

Tensione sui mercati. Salvini: speculatori, andiamo avanti

In un nuovo lunedì nero sui mercati, con Piazza Affari che chiude in profondo rosso e lo spread che vola sopra i 300 punti dopo la lettera arrivata venerdì con le preoccupazioni di Bruxelles per la manovra, il vicepremier Luigi Di Maio e il presidente della Camera Roberto Fico tentano la via della mediazione mentre l’altro vicepremier, Matteo Salvini, avverte di nuovo che il Governo non arretrerà di un passo rispetto a una manovra che punta tutto sulla crescita e attacca “gli speculatori alla Soros” che scommettono contro l’Italia per comprarsi le aziende sottocosto.

Quando leggeranno la manovra, fatta di pensioni che apriranno le porte a “400mila posti di lavoro, riduzione delle tasse e investimenti per la crescita, i mercati saranno tranquilli”, è il mantra del leader leghista che non rinuncia a lanciare un nuovo affondo contro il Presidente della Commissione Jean Claude Juncker e il Commissario agli Affari economici Pierre Moscovici giudicandoli “nemici dell’Europa” che continuano a indicare il pericolo “nei populisti, in me, Orban o Marine Le Pen” ma fanno come l’autista dell’autobus che sbanda e dà la colpa a “chi sale alla fermata successiva”. “Nessuno pensi che faremo la fine della Grecia, assolutamente no”, ha assicurato infine Matteo Salvini.

Continuare con l’Europa dell’austerity, è il messaggio che arriva nelle stesse ore anche dal ministro per gli Affari europei Paolo Savona, vuol dire “continuare con il pilota automatico quando si sa di andare contro un iceberg”. Nelle stesse ore Roberto Fico è a Bruxelles, a incontrare tra gli altri proprio Moscovici con il quale “abbiamo convenuto tutti di abbassare i toni”, dice.

Fmi taglia le stime del pil italiano

“È imperativo per l’Italia che le politiche fiscali preservino la fiducia del mercati”. Questo è il monito del capo economista del Fondo monetario internazionale Maurice Obstfeld, incalzato durante la presentazione del World Economic Outlook (Weo), dopo un’altra giornata di tensione sui titoli di Stato italiani, con lo spread Btp/Bund che ha superato quota 300. “Abbiamo visto lo spread aumentare e questo ha contribuito al downgrade”, ha spiegato Obstfeld riferendosi al taglio delle stime di crescita rispetto ad aprile. Secondo gli economisti di Washington, il Pil italiano salirà dell’1,2% nel 2018 e dell’1,0% nel 2019. Le previsioni risultano invariate rispetto all’aggiornamento di luglio ma se confrontate con il rapporto di aprile emerge una sforbiciata dello 0,3% per quest’anno e di 0,1 punti per il prossimo.

La revisione al ribasso rispetto ad aprile è legata al “deterioramento della domanda esterna e interna e all’incertezza sull’agenda del nuovo Governo”, si legge nel documento. L’Italia “è più a rischio rispetto a potenziali shock ed è importante che il Governo operi nel quadro delle regole europee”, ha rimarcato Obstfeld dopo la prima bocciatura dell’Ue sui conti. Sulle pensioni e il lavoro, l’appello è a preservare la riforma Fornero e il Jobs Act. L’Fmi ha rivisto al ribasso anche le stime di crescita di Eurolandia e degli Stati Uniti: preoccupano l’alto livello dei debiti pubblici e i dazi commerciali. Per la zona euro il Fondo prevede per quest’anno un Pil in aumento del 2,0%, ovvero 0,2 punti percentuali in meno rispetto alle stime di luglio (-0,4 punti su aprile); nel 2019 il Pil dell’Eurozona è stimato a +1,9%, invariato su luglio ma in calo dello 0,1% rispetto ad aprile.

Per il congresso del Pd scendono in campo Boccia e Corallo

Si amplia la rosa dei candidati segretari al Congresso del Partito Democratico, che ora sono quattro: a Nicola Zingaretti e Matteo Richetti, ieri si aggiunti Francesco Boccia, parlamentare esperto spesso polemico con Renzi e il renzismo e ora pronto al dialogo con il Movimento 5 Stelle, e il trentenne Dario Corallo, il cui programma consiste in una rottamazione di tutti i dirigenti e in una rivoluzione per riportare il Pd a essere la voce dei ceti popolari. Intanto il segretario Maurizio Martina continua il suo lavoro in vista del Forum tematico di fine mese.

L’Aula del Senato

L’aula del Senato tornerà a riunirsi alle 16.30 per l’esame della mozione sui programmi di riqualificazione delle periferie.

Le Commissioni del Senato

Per quanto riguarda le Commissioni, nell’arco della settimana la Affari Costituzionali si confronterà sul decreto sicurezza e immigrazione. La Giustizia si confronterà sui disegni di legge relativi alla legittima difesa, al voto di scambio e all’affido di minori. Le Commissione Bilancio, in sede congiunta con quella della Camera, alle 10 ascolterà il Ministro dell’economia e delle finanze Giovanni Tria, i rappresentanti di Banca d’Italia, ISTAT, Corte dei Conti e dell’Ufficio Parlamentare di Bilancio (UPB) sulla nota di aggiornamento al Def.

La Finanze proseguirà l’esame della proposta d’istituzione di una Commissione d’inchiesta sul sistema bancario e successivamente svolgerà diverse audizioni sullo schema di decreto legislativo contro le pratiche di elusione fiscale che incidono direttamente sul funzionamento del mercato interno. La Commissione Lavori Pubblici alle 14, con l’Industria, ascolterà i Commissari straordinari di Alitalia sulla situazione economica e finanziaria dell’azienda. La Commissione Agricoltura proseguirà il ciclo di audizioni sul disegno di legge relativo alle piccole produzioni agroalimentari locali.

La Lavoro ascolterà i rappresentanti di COVIP, ANIA, Assogestioni e Assofondipensione sullo schema di decreto legislativo su attività e vigilanza degli enti pensionistici aziendali. La Salute esaminerà il disegno di legge sulla rete dei registri dei tumori. La Territorio alle 9 ascolterà il Capo Dipartimento della protezione civile sul crollo del ponte Morandi di Genova e la piena che ha interessato le Gole del Raganello in Calabria; successivamente dovrebbe concludere l’esame del ddl relativo alle isole minori.

L’Aula della Camera

L’Assemblea della Camera tornerà a riunirsi dalle 11 per lo svolgimento delle interrogazioni.

Le Commissioni della Camera

La Commissione Giustizia esaminerà la proposta di legge per l’inapplicabilità del giudizio abbreviato ai delitti puniti con la pena dell’ergastolo. Proseguirà poi il confronto sulla pdl relativa ai reati contro il patrimonio culturale. La Finanze alle 12 ascolterà il Direttore del Dipartimento delle finanze del MEF Fabrizia Lapecorella sull’operatività della struttura, sulle tematiche relative alla fatturazione elettronica e sulla proposta di legge per la semplificazione fiscale, il sostegno delle attività economiche e delle famiglie e il contrasto dell’evasione fiscale. A seguire si confronterà sullo schema di decreto legislativo relativo alla fatturazione elettronica negli appalti pubblici.

La Ambiente, in sede riunita con la Trasporti, esaminerà e avvierà un ciclo di audizioni sul decreto relativo alle disposizioni urgenti per la città di Genova, alla sicurezza della rete nazionale delle infrastrutture e dei trasporti, agli eventi sismici del 2016 e 2017 e alle altre emergenze. La Trasporti proseguirà l’esame dello schema di decreto legislativo relativo all’apertura del mercato dei servizi di trasporto nazionale di passeggeri per ferrovia e la governante dell’infrastruttura ferroviaria e sullo schema di contratto di programma 2017/2021-Parte investimenti tra il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e RFI. La Attività produttive proseguirà il ciclo di audizioni sulla proposta di legge sulla disciplina degli orari di apertura degli esercizi commerciali.

La Lavoro si confronterà sullo schema di decreto legislativo su attività e vigilanza degli enti pensionistici aziendali, e svolgerà diverse audizioni sulla pdl per favorire l’equità del sistema previdenziale. La Affari Sociali proseguirà il ciclo di audizioni sull’indagine conoscitiva sull’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore, con particolare riferimento all’ambito pediatrico. Infine la Commissione Agricoltura si confronterà sulla pdl per la valorizzazione e la promozione dei prodotti agroalimentari provenienti da filiera corta, a chilometro zero o utile e di qualità, e svolgerà diverse audizioni sull’emergenza legata alla diffusione della Xylella fastidiosa nella regione Puglia.

 

 

A cura di Nomos Centro Studi parlamentari

Nomos

La settimana parlamentare” è una rubrica a cura di Nomos Centro Studi Parlamentari, partner commerciale dell’Editore di questo Portale di informazione specializzata, Centro Studi Enti Locali srl.
Grazie alla sinergia avviata tra queste due realtà imprenditoriali, ai Lettori di Entilocali-online.it viene offerta la possibilità di consultare, in maniera del tutto gratuita, gli aggiornamenti relativi ai temi e ai provvedimenti al centro dell’attenzione dei due rami del Parlamento.
La scelta di avviare questo nuovo Progetto – ampliando la vasta gamma di servizi e contenuti accessibili attraverso questo Portale – si pone in continuità con il costante sforzo profuso da Centro Studi Enti Locali per garantire un’informazione sempre più efficace, tempestiva e completa ai propri Abbonati


Related Articles

La settimana parlamentare dal 2 al 5 maggio

L’Assemblea del Senato tornerà a riunirsi domani a partire dalle 16.30 per le comunicazioni del Presidente Piero Grasso sull’ordine dei

La giornata parlamentare – 4 giugno

Il Governo Conte atteso in Parlamento per la fiducia Questa settimana, probabilmente martedì e mercoledì, le Assemblee di Camera e Senato voteranno la fiducia al

La giornata parlamentare – 25 luglio

Oggi al Senato L’Assemblea del Senato tornerà a riunirsi a partire dalle 11 per la discussione delle mozioni in materia di agricoltura.

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.