Le dichiarazioni non veritiere sui titoli posseduti non sempre giustificano l’esclusione da una graduatoria

Le dichiarazioni non veritiere sui titoli posseduti non sempre giustificano l’esclusione da una graduatoria

È purtroppo noto che le Pubbliche Amministrazioni “fanno fatica” ad effettuare i controlli sulle dichiarazioni sostitutive di certificazione e su quelle di notorietà, di cui agli artt. 46 e 47 del Dpr. n. 445/2000[1], nonostante questo sia un obbligo di legge e ci siano sanzioni a carico di chi non procede a verificare la veridicità di quanto dichiarato dal cittadino.

Può però accadere che di fronte ad un controllo correttamente effettuato ci “scappi” il ricorso, come nel caso oggetto di questo commento.

L’art. 75 del Dpr. n. 445/2000[2] stabilisce che, in caso di dichiarazione mendace, oltre alle

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Split payment” Professionisti: dopo l’abolizione un Ente Parco può accettare solo fatture ad esigibilità immediata?

Il quesito: “Il Dl. n. 87/2018 che abolisce la ‘scissione dei pagamenti’ per le fatture dei Professionisti dal 14 luglio

Digitalizzazione P.A.: gestione e conservazione dei documenti informatici soggetti a registrazione particolare

Le nuove regole tecniche in materia di formazione e conservazione dei documenti informatici necessitano di una riflessione in merito alla

Contributi Enti Locali a soggetti terzi: possono essere deliberati per iniziative utili per la comunità, nel rispetto della Legge n. 241/1990

Nella Delibera n. 146 del 17 aprile 2019 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco chiede un parere in merito

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.