“Legge di bilancio 2017”: verso l’istituzione di un contributo di 500 Euro da assegnare ai Comuni per ogni migrante accolto

“Legge di bilancio 2017”: verso l’istituzione di un contributo di 500 Euro da assegnare ai Comuni per ogni migrante accolto

Tra le misure previste dal Disegno di legge di bilancio 2017, c’è anche l’assegnazione di un contributo “una tantum” di 500 Euro da destinare ai Comuni per ogni migrante accolto.

La misura ha incontrato il favore del delegato Anci all’immigrazione, Matteo Biffoni, che, come si apprende dal Comunicato 17 ottobre 2016, l’ha definito “un riconoscimento vero e positivo per i Comuni che hanno fatto lo sforzo dell’accoglienza”.

Secondo il Sindaco di Prato, sebbene permangano ancora molte questioni aperte, la decisione di istituire questo nuovo contributo faciliterà la decisione da parte dei Comuni di entrare nella rete “Sprar” e testimonia “un reale cambiamento di clima e la reale intenzione di onorare il patto siglato su un tema complesso, poco popolare ma doveroso come l’accoglienza dei migranti tra Comuni e Stato nel corso dell’Assemblea dell’Anci appena conclusa”.


Related Articles

Affidatari diretti di servizi pubblici locali: infondatezza del divieto di partecipazione alle nuove gare

Nella Sentenza n. 981 del 29 giugno 2015 del Tar Toscana, i Giudici statuiscono che il divieto di partecipazione alle

Aziende speciali: per i loro contratti non è imposta la forma scritta “ad sustantiam”

Nella Sentenza n. 20684 del 9 agosto 2018 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità affermano che le Aziende

Costituzione deposito presso Mef per indennità di esproprio: chi è il sostituto d’imposta al momento del versamento al beneficiario?

Il testo del quesito: “Dobbiamo costituire un deposito presso il Mef per indennità di esproprio e occupazione di urgenza provvisoriamente