“Legge di bilancio 2020”: le modalità di determinazione del “Fcde” e la necessità di una programmazione fiscale coerente

“Legge di bilancio 2020”: le modalità di determinazione del “Fcde” e la necessità di una programmazione fiscale coerente

La “Legge di bilancio 2020” ha introdotto una nuova premialità per gli Enti virtuosi.

Ai sensi dell’art. 1, comma 79, Legge n. 160/2019 (“Legge di bilancio 2020”, vedi Entilocalinews n. 1 del 7 gennaio 2020), per gli anni 2020 e 2021, gli Enti Locali, in sede di bilancio di previsione, potranno ridurre il “Fondo crediti di dubbia esigibilità” (“Fcde”) stanziato per gli esercizi 2020 e 2021 nei bilanci di previsione (bilancio di previsione 2020-2022 e bilancio di previsione 2021-2023) all’interno della missione “Fondi e accantonamenti” ad un valore pari al 90% (anziché 95%) dell’accantonamento totale determinato secondo

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Iva: natura di corrispettivo dei “contributi” erogati dalla Regione ad una propria “in-house” per il Tpl, detraibile l’Iva sulle fatture degli affidatari

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta n. 316 del 31 maggio 2022, ha fornito chiarimenti in ordine al trattamento fiscale

Tari: pubblicate dal Mef le “Linee guida interpretative” sull’utilizzo dei fabbisogni standard in base alle disposizioni di Arera

Sono state pubblicate sul sito web istituzionale del Mef-Dipartimento Finanze le “Linee guida interpretative per l’applicazione del comma 653 dell’art.

“Codice dei Contratti”: per gli acquisti fino a 1.000 Euro si può ancora procedere senza utilizzare mezzi telematici

Per gli acquisti fino a 1.000 Euro le stazioni appaltanti possono ancora procedere senza l’acquisizione di comunicazioni telematiche. E’ quanto

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.