“Legge Madia”: le novità introdotte in materia di licenziamento disciplinare dal Dlgs. n. 118/2017

“Legge Madia”: le novità introdotte in materia di licenziamento disciplinare dal Dlgs. n. 118/2017

Con la Sentenza n. 251 del 2016, la Corte costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale di alcune disposizioni contenute nella Legge-delega n. 124/15, tra le quali l’art. 17, comma 1, lett. s), che prevedeva “l’introduzione di norme in materia di responsabilità disciplinare dei pubblici dipendenti finalizzate ad accelerare e rendere concreto e certo nei tempi di espletamento e di conclusione l’esercizio dell’azione disciplinare”. La Corte non ha ritenuto “soddisfatto, su alcune specifiche materie di competenza anche regionale, il rispetto del principio di leale collaborazione. In particolare, nella Sentenza si è affermato che tale principio deve essere assicurato nell’ambito

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

E-notification, e-access, e-submission ed e-invoicing: i 4 pilastri dell’e-procurement

L’introduzione di misure e metodologie digitalizzate nel mondo della contrattualistica pubblica è ormai, come noto, in cima alla “to do

“Legge Cirinnà”: le disposizioni per la tenuta dei registri nell’Archivio dello Stato civile

Sulla G.U. del 28 luglio 2016 è stato pubblicato il Dpcm. 23 luglio 2016, n. 144, recante disposizioni transitorie necessarie

Incarichi conferiti dalle P.A. ai titolari di cariche elettive: il punto della Sezione Autonomie

Con la Delibera n. 11 del 12 maggio 2017, la Corte dei conti Autonomie si esprime su 3 quesiti riguardanti