Mancato rispetto del Patto di stabilità: determinate le sanzioni per i Comuni relative all’anno 2014

Mancato rispetto del Patto di stabilità: determinate le sanzioni per i Comuni relative all’anno 2014

Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, con il Comunicato 26 febbraio 2016 ha reso noto il testo del Decreto 23 febbraio 2016 che individua i Comuni non “virtuosi” ai fini del Patto di stabilità 2013, ai quali verrà applicata la sanzione ai sensi dell’art. 31, comma 26, lettera a), della Legge n. 183/11.

Nell’Elenco allegato è indicata la sanzione per ciascun Comune, determinata in misura pari alla differenza tra il risultato registrato e l’obiettivo programmatico e, comunque fino ad un importo pari al 3% delle entrate correnti registrate nel certificato al conto consuntivo 2012. In caso di mancata trasmissione della citata certificazione, l’importo del 3% delle entrate correnti è determinato sui dati dell’ultima certificazione al rendiconto di bilancio immediatamente precedente al 2012 trasmessa dall’Ente.

I Comuni che rientrano nelle condizioni di cui all’art. 43, comma 3-bis, secondo periodo, del Dl. 12 settembre 2014, n. 164 possono chiedere la rateizzazione della sanzione in dieci anni, compreso il 2016, presentando apposita istanza alla Direzione centrale della finanza locale entro il 31 marzo 2016.


Related Articles

Lotta all’evasione: verso un maggiore coinvolgimento dei Comuni grazie all’intesa tra Guardia di Finanza, Entrate, Anci e Ifel

Una sorta di patto “antievasione” per incentivare la partecipazione degli Enti Locali all’accertamento dei tributi erariali. Potrebbe essere definito così

Inps: online il Servizio per la domanda di quantificazione del Tfr e Tfs basato sul modello “once only” per facilitare gli utenti

Il Messaggio n° 3436 del 12 ottobre 2021 pubblicato sul sito di Inps informa circa la nuova modalità di domanda

Federalismo demaniale: accolte 37 nuove domande di trasferimento degli immobili agli Enti Locali

L’Agenzia del Demanio ha diffuso un nuovo report – aggiornato al 24 novembre 2014 – sullo stato dell’arte del “Federalismo