Memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri: diffuse le modifiche alle disposizioni attuative

Memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri: diffuse le modifiche alle disposizioni attuative

L’Agenzia delle Entrate, con il Provvedimento 18 aprile 2020, ha rivisto le disposizioni normative introdotte dal Provvedimento n. 182017/2016, in tema di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri.

Come noto, l’art. 17 del Dl n. 119/2018 ha modificato l’art. 2 del Dlgs. n. 127/2015, trasformando da opzionale in obbligatoria l’adozione del processo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri da parte di tutti i soggetti passivi Iva che effettuano operazioni di cui all’art. 22 del Dpr. n. 633/1972.

In particolare, tale obbligo decorre dal 1° luglio 2019 per gli operatori Iva che

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Comunicazione delle ritenute negli appalti “labour intensive”: sembrano escluse dai nuovi obblighi tutte le P.A. non soggette a Ires

L’Agenzia delle Entrate, con l’attesa Circolare n. 1/E del 12 febbraio 2020, ha fornito chiarimenti in merito alle nuove norme

“Fabbisogni standard”: dal 2015 saranno usati per la ripartizione del “Fondo di solidarietà”

Giá dal 2015 sarà possibile utilizzare i  “fabbisogni standard” per la ripartizione di almeno una parte del “Fondo di solidarietà

“Fondo accessorio”: gli effetti delle nuove progressioni non cambiano l’entità delle risorse disponibili nelle P.A.

La Ragioneria generale dello Stato, con la Circolare n. 30/17, ha fornito istruzioni operative in materia di fondi per la

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.