Misure correttive per criticità finanziarie: due recenti Pronunce della Corte dei conti Lazio

Misure correttive per criticità finanziarie: due recenti Pronunce della Corte dei conti Lazio

Nella Delibera n. 65 del 6 luglio 2021 della Corte dei conti Lazio, a seguito dell’esame dei rendiconti degli esercizi 2014-2019 di un Comune, sulla base delle Relazioni-Questionario trasmesse dall’Organo di revisione e della documentazione acquisita in via istruttoria, la Sezione accerta alcune criticità finanziarie e richiede all’Ente di adottare idonee misure correttive, provvedendo, in particolare:

  • alla corretta determinazione e gestione della cassa vincolata e del “Fondo pluriennale vincolato” in conformità ai Principi in tema di armonizzazione contabile di cui al Dlgs. n. 118/2011;
  • al costante monitoraggio della mole di residui attivi e passivi, adottando ogni misura utile a migliorare l’efficienza sia della riscossione delle entrate, sia del pagamento dei residui passivi, assicurando altresì il rispetto della normativa in tema di pagamento dei debiti commerciali; 
  • a verificare, in sede di approvazione del rendiconto, la corretta quantificazione del “Fondo crediti dubbia esigibilità” e del “Fondo contenzioso” in conformità ai Principi contabili e, in generale, delle altre quote da accantonare, vincolare e destinare ad investimenti nel rendiconto di gestione;
  • a monitorare la dimensione dei debiti fuori bilancio, con particolare riferimento alle fattispecie di cui all’art. 194, comma 1, lett. a) e lett. e), del Dlgs. n. 267/2000 (Tuel);
  • ad implementare un sistema informativo idoneo a rilevare i rapporti finanziari, economici e patrimoniali con le proprie società partecipate;
  • ad assicurare, in sede di approvazione del rendiconto, il rispetto delle previsioni di cui all’art. 11, comma 6, lett. j), del Dlgs. n. 118/2011, in tema di asseverazione dei crediti/debiti con i propri Organismi partecipati.

La Corte Lazio si è espressa, sempre il 6 luglio 2021, sullo stesso tema anche con una seconda Delibera, la n. 66.

A seguito dell’esame dei rendiconti degli esercizi 2015-2019 di un Comune, sulla base delle Relazioni-Questionario trasmesse dall’Organo di revisione e della documentazione acquisita in via istruttoria, la Sezione ha accertato alcune criticità finanziarie e ha richiesto all’Ente di adottare idonee misure correttive, provvedendo:

  • al costante monitoraggio della mole di residui attivi e passivi, adottando ogni misura utile a migliorare l’efficienza sia della riscossione delle entrate, sia del pagamento dei residui passivi, assicurando, altresì, il rispetto della normativa in tema di pagamento dei debiti commerciali;
  • ad attivare le misure organizzative necessarie ai fini di un tangibile miglioramento dell’efficienza dell’attività di contrasto all’evasione tributaria;
  • a verificare, in sede di approvazione del rendiconto, la corretta quantificazione del “Fondo crediti dubbia esigibilità” e del “Fondo contenzioso” e delle altre quote accantonate, vincolate e destinate a investimenti del risultato di amministrazione in conformità ai Principi contabili;
  • al recupero del disavanzo emerso da riaccertamento straordinario dei residui all’1° gennaio 2015 in conformità alle previsioni di cui al Dm. 2 aprile 2015.

Related Articles

Revisori Enti Locali: pubblicata la seconda integrazione dell’Elenco 2018

Arriva una nuova mandata di rettifiche per l’Elenco dei Revisori degli Enti Locali, approvato con il Decreto del Ministero dell’Interno

Mutui Enti Locali: fissati i criteri per il riparto del Fondo per finanziare le opere pubbliche nei Comuni sciolti per infiltrazione mafiosa

È stato pubblicato sulla G.U. n. 155 del 6 luglio 2018 il Dm. Interno 15 maggio 2018, recante “Criteri e

Gettoni di presenza: non spettano per la partecipazione alla Conferenza dei Capigruppo

Nella Delibera n. 80 dell’11 luglio 2018 della Corte dei conti Piemonte, un Sindaco ha chiesto un parere relativo alla

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.