“Modelli Intra”: previste semplificazioni in attuazione del Decreto “Milleproroghe”

“Modelli Intra”: previste semplificazioni in attuazione del Decreto “Milleproroghe”

Con Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate datato 25 settembre 2017, Prot. n. 194409/2017, vengono disposte misure di semplificazione, a partire dal 1° gennaio 2018, per i soggetti che sono tenuti all’invio degli elenchi riepilogativi delle operazioni intracomunitarie, i cosiddetti Modelli “Intrastat” in attuazione del Decreto “Milleproroghe” [art. 13, comma 4-quater, Dl. n. 244/16, convertito con modificazioni dalla Legge 27 febbraio 2017, n. 19].

Le semplificazioni riguardano in particolare i seguenti Modelli:

  • Intra 2-bis“ relativo agli acquisti di beni;
  • Intra 2-quater“ relativo alle acquisizioni di servizi;
  • Intra 1-bis“ afferente le cessioni di beni;
  • Intra 1-quater“ relativo alle prestazioni di servizio rese.

Modello “Intra 2-bis

I soggetti passivi Iva, di cui al Dm. 22 febbraio 2010, presenteranno soltanto a fini statistici il Modello “Intra” mensile relativo all’acquisto di beni qualora l’ammontare totale trimestrale di detti acquisti sia, per almeno uno dei 4 trimestri precedenti, uguale o superiore a Euro 200.000.

Per gli altri contribuenti l’obbligo di comunicazione verrà assolto con la comunicazione trimestrale dello “Spesometro”, di cui art. 21 del Dl. n. 78/10.

Modello “Intra 2-quater

Come per gli acquisti di beni, anche per gli acquisti di servizi gli “Intra” mensili assumono un valore meramente statistico; infatti, dovranno essere comunicati se e solo se l’ammontare totale trimestrale di detti acquisti sia, per almeno uno dei 4 trimestri precedenti, uguale o superiore a Euro 100.000.

Al di sotto del limite sopra indicato, il Modello “Intra 2-quater” non dovrà essere presentato e l’informazione ai fini statistici sarà anch’essa acquisita dall’Agenzia delle Entrate attraverso l’adempimento dello “Spesometro”.

Per completezza, negli Elenchi riepilogativi relativi agli acquisti di servizi intracomunitari, nel campo “Codice Servizio”, il contribuente deve far riferimento al quinto livello della classificazione dei prodotti associati alle attività “Cpa”.

Modello “Intra 1-bis

La compilazione del Modello “Intra 1-bis” relativo alle cessioni intracomunitarie di beni ai fini statistici è facoltativa per i “soggetti mensili”, ai sensi dell’art. 2, comma 1, lett. b), del Dm. 22 febbraio 2010, che non hanno realizzato in alcuno dei 4 trimestri precedenti, cessioni intracomunitarie di beni per un ammontare totale trimestrale uguale o superiore a Euro 100.000.

Modello “Intra 1-quater

Per i servizi intracomunitari resi permane l’obbligo di presentazione del Modello “Intra1-quater”.

Come per i servizi ricevuti, ai fini della compilazione del campo “Codice Servizio” presente negli Elenchi riepilogativi relativi ai servizi intracomunitari resi, occorre far riferimento al quinto livello della classificazione dei prodotti associati alle attività “Cpa”.

di Alessio Malucchi


Related Articles

Appalti: collegamento a Imprese colpite da informativa interdittiva non basta a presumere fenomeni di ingerenza mafiosa

Nella Sentenza n. 11249 del 15 settembre 2015 del Tar Lazio, i Giudici osservano che la prescrizione di cui all’art.

Infrazioni stradali: gli agenti di Polizia municipale possono accertarle anche quando sono fuori servizio

Nella Sentenza n. 894/14 del Tribunale di Parma, un Agente di Polizia municipale fuori servizio ha assistito all’infrazione commessa da

Riscossione: nullità dell’iscrizione ipotecaria

Nell’Ordinanza n. 18964 dell’11 settembre 2020 della Corte di Cassazione, la Suprema Corte afferma che, in materia di riscossione coattiva