Mutui e prestiti obbligazionari: entro il 28 febbraio 2018 i Comuni devono confermare la spesa sostenuta per l’estinzione anticipata

Mutui e prestiti obbligazionari: entro il 28 febbraio 2018 i Comuni devono confermare la spesa sostenuta per l’estinzione anticipata

Dal 1° al 28 febbraio 2018 si apre la finestra entro la quale i Comuni possono inviare – a completamente della certificazione inviata nel 2017 – la seconda ed ultima tranche della documentazione necessaria per ottenere il contributo statale per l’estinzione anticipata, totale o parziale, di mutui e prestiti obbligazionari di cui all’art. 9-ter del Dl. n. 113/16, come modificato dalla Legge di conversione n. 160/16 (c.d. “Decreto Enti Locali”).

A renderlo noto, con il Comunicato 17 gennaio 2018, è il Ministero dell’Interno, Direzione centrale della Finanza locale.

Con il Modello “B”, da trasmettere appunto entro il 28 febbraio 2018, gli Enti dovranno comunicare il dato effettivo degli indennizzi sostenuti, precedentemente trasmesso solo in via provvisoria attraverso il Modello “A”. Il Modello “B” – reperibile, nell’arco di tempo di riferimento, alla pagina web http://finanzalocale.interno.it/ser/tbel_intro.html – deve essere sottoscritto (mediante apposizione di firma digitale) dal Responsabile del Servizio “Finanziario” e dal Segretario comunale.

Il termine ha natura perentoria e il mancato invio del Modello implica la revoca dei contributi assegnati in via presuntiva.

Per ulteriori precisazioni in merito all’adempimento, il Viminale ha rimandato alla propria Circolare Fl. n. 11 del 14 ottobre 2016. Eventuali richieste di chiarimento possono inoltre essere rivolte a Michele Contaldo (tel. 0646548100, michele.contaldo@interno.it).


Related Articles

Appalti: se richiesta dal bando, la copia sottoscritta del capitolato di gara dev’essere depositata a pena di esclusione

È prassi comune per gli Enti pubblici quella di richiedere ai concorrenti di una gara pubblica anche la produzione, nella

“Legge Madia”: lo stato dell’arte della riforma delle partecipate

La Sentenza della Corte Costituzionale n. 251/16 ha dichiarato incostituzionale la parte della Legge-delega n. 124/17 (“Legge Madia”), che disciplina

Spese sostenute a seguito di Ordinanze sindacali contingibili e urgenti: le indicazioni della Corte Calabria sulla contabilizzazione

Nella Delibera n. 98 del 27 ottobre 2016 della Corte dei conti Calabria, un Comune, con Ordinanza sindacale contingibile ed