Mutui Enti Locali: la Corte Piemonte “boccia” la copertura delle spese correnti con risparmi dati da rinegoziazione

Mutui Enti Locali: la Corte Piemonte “boccia” la copertura delle spese correnti con risparmi dati da rinegoziazione

Nella Delibera n. 190 del 26 settembre 2014 della Corte dei conti Piemonte, un Commissario straordinario di una Provincia chiede se sia consentito, data la situazione di grave criticità finanziaria in cui versa l’Ente, destinare, per 2 annualità, i risparmi della rinegoziazione di mutui contratti con Cassa Depositi e Prestiti a spese correnti, e posticipando il rispetto del vincolo di destinazione a spese di investimento, per le due annualità mancanti, ad esercizi successivi (2016 e 2017). La Sezione rileva che pur in presenza della situazione di criticità finanziaria esposta dal Commissario straordinario dell’Ente in questione, non può che confermarsi la contrarietà ai parametri di legalità (desumibili dalla Costituzione, dal Tuel e dai principi contabili) dell’operazione di copertura delle spese correnti con gli introiti derivanti da rinegoziazione di mutui, prospettata nella richiesta di parere.

Corte dei conti Piemonte, Delibera n. 190 del 26 settembre 2014


Related Articles

Assunzioni: reinternalizzazione del servizio di “Polizia locale”

  Nella Delibera n. 331 del 16 novembre 2016 della Corte dei conti Lombardia, un Comune, sebbene abbia aderito, insieme

“Fondo sperimentale di riequilibrio”: ripartite tra Città metropolitane e Province le risorse 2017

Con il Comunicato 13 agosto 2018, il Ministero dell’Interno-Direzione centrale della Finanza locale, ha reso noto che, con Dm. 10

Terzo Settore: nuove regole per il versamento della quota degli utili delle Cooperative

Con il Decreto 23 luglio 2014, pubblicato sulla G.U. n. 225 del 27 settembre 2014, il Ministero dello Sviluppo economico