Notifica: è valida anche se non si indica la qualità di convivente del familiare del destinatario a cui è stata consegnata

Notifica: è valida anche se non si indica la qualità di convivente del familiare del destinatario a cui è stata consegnata

Nell’Ordinanza n. 20863 del 6 settembre 2017 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità si esprimono in materia di notificazione a mezzo del Servizio postale, eseguita mediante consegna dell’atto a persona di famiglia che conviva, anche temporaneamente, con il destinatario.

Il rapporto di convivenza, almeno provvisorio, può essere presunto sulla base del fatto che il familiare si sia trovato nell’abitazione del destinatario ed abbia preso in consegna l’atto da notificare. Tuttavia, non è sufficiente per affermare la nullità della notifica la mancata indicazione della qualità di convivente sull’avviso di ricevimento della raccomandata, il cui contenuto, in caso di spedizione diretta a mezzo piego raccomandato, ai sensi dell’art. 16, comma 3, del Dlgs. n. 546/92, è quello prescritto dal Regolamento postale per la raccomandata ordinaria e non già quello previsto dall’art. 139 del Cpc.


Related Articles

Protezione civile: in G.U. gli indirizzi operativi per fronteggiare gli incendi nella stagione estiva 2016

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 138 del 15 giugno 2016 un Comunicato della Presidenza del Consiglio dei Ministri con

Riscossione dei tributi locali e “Tax gap”: pubblicato lo studio dell’Osservatorio sulla Finanza e la Contabilità degli Enti Locali

È stato pubblicato sul sito web del Ministero dell’Interno-Dipartimento per gli Affari interni e territoriali, lo studio effettuato dall’Osservatorio sulla

Rup: pubblicate nuove Faq dall’Autorità nazionale Anticorruzione

Lo scorso 19 febbraio 2021 l’Autorità nazionale Anticorruzione (Anac) ha aggiornato, nella Sezione “Contratti pubblici”, le Faq relative all’applicazione delle