Novità editoriale – L’Imposta di bollo applicata agli Enti Locali

Novità editoriale – L’Imposta di bollo applicata agli Enti Locali

DISPONIBILE IL NUOVO LIBRO EDITO DA CENTRO STUDI ENTI LOCALI “L’Imposta di bollo applicata agli Enti Locali” di Alessio Malucchi, Giuseppe Vanni e Francesco Vegni 

Gli ordini di acquisto mediante Consip sono assoggettati a Imposta di bollo? L’imposta è dovuta su una fattura elettronica emessa da un Comune? Chi si fa carico di quella correlata ai contratti pubblici di appalto?

Sono solo alcune delle questioni affrontate dal testo “L’imposta di bollo applicata agli Enti Locali”.

Dai vecchi valori bollati al bollo virtuale e digitale, passando per il contrassegno autoadesivo, l’assolvimento di questo obbligo fiscale ha subito nel tempo notevoli cambiamenti.
Il nuovo libro edito da Centro Studi Enti Locali mette a frutto la pluriennale esperienza dei consulenti della Società e si propone di illustrare le caratteristiche dell’Imposta richiamando le principali norme di riferimento, concentrando l’attenzione sulle numerose casistiche che interessano specificamente gli Enti Locali.

Il Manuale affronta in maniera sintetica e schematica le problematiche emerse negli ultimi anni in materia di Imposta di bollo e, grazie a un dettagliato indice analitico, si pone l’obiettivo di rispondere rapidamente ai dubbi dell’operatore dell’Ente Locale legati alla singola fattispecie concreta.

Il Manuale contiene una appendice giuridica contenente le principali Deliberazioni della Corte dei conti.
Disponibile nelle 2 versioni:

Libro cartaceo: prezzo 35 € (Iva inclusa)

e-Book: prezzo 20 € (Iva inclusa)

Scarica la brochure informativa

 


Related Articles

Edilizia scolastica: al via il bando Miur per la valorizzazione e il recupero di ambienti inutilizzati

Recuperare spazi inutilizzati, stimolare la creatività degli studenti, combattere la dispersione scolastica: sono alcuni degli obiettivi del bando lanciato dal

Ici: anche gli immobili del Comune scontano l’Imposta

Oggetto della presente trattazione è la Sentenza della Corte di Cassazione 9 marzo 2018, n. 5765, mediante la quale i