“Nuovi progetti di intervento”: sforata quota 3.000 domande per il bando rivolto ai piccoli Comuni

 

Sono 3.101 le richieste arrivate al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti dai piccoli Comuni per partecipare al bando nazionale da 100 milioni di Euro per nuovi progetti di interventi infrastrutturali (ex art. 3 del Dl. n. 133/14, c.d. “Decreto Sblocca Italia”).

A comunicarlo, con una Nota 14 maggio 2015, è lo stesso Dicastero delle Infrastrutture, secondo il quale durante il c.d. “click day” del 13 maggio sono arrivate le seguenti richieste dalle varie Regioni:  Abruzzo 176 domande,  Basilicata 60, Calabria 196, Campania 201, Emilia Romagna 91, Friuli Venezia Giulia 47, Lazio 169, Liguria 107, Lombardia 517, Marche 125, Molise 79, Piemonte 741, Puglia 48, Sardegna 119, Sicilia 99, Toscana 65, Provincia Autonoma di Bolzano 0, Provincia Autonoma di Trento 42, Umbria 38, Valle d’Aosta 14, Veneto 167.

L’assegnazione delle risorse statali avverrà in base alle graduatorie definite in relazione alla consistenza dei piccoli Comuni per ogni Regione previa assunzione, da parte dell’Ente interessato, dell’impegno a procedere alla pubblicazione del bando di gara o della determina a contrarre entro il 31 agosto 2015.


Related Articles

Indennità maternità e paternità: le indicazioni Inps alla luce delle novità introdotte dal Dlgs. n. 80/15

Con la Circolare n. 128 del 11 luglio 2016, l’Inps ha fornito istruzioni in materia di indennità di maternità e

“Banca-dati nazionale dei Contratti pubblici”: disciplinate le modalità di accesso ai dati ivi contenuti

Sulla G.U. n. 80 del 6 aprile 2018 è stata pubblicata la Delibera Anac 1° marzo 2018, n. 264, recante

Licenziamento: per la Cassazione è valido se un dipendente pubblico si allontana dall’Ufficio senza timbrare il cartellino

Con la Sentenza n. 25750 del 14 dicembre 2016, la Corte di Cassazione si esprime sul caso di un dipendente