“Nuovi progetti di intervento”: sforata quota 3.000 domande per il bando rivolto ai piccoli Comuni

 

Sono 3.101 le richieste arrivate al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti dai piccoli Comuni per partecipare al bando nazionale da 100 milioni di Euro per nuovi progetti di interventi infrastrutturali (ex art. 3 del Dl. n. 133/14, c.d. “Decreto Sblocca Italia”).

A comunicarlo, con una Nota 14 maggio 2015, è lo stesso Dicastero delle Infrastrutture, secondo il quale durante il c.d. “click day” del 13 maggio sono arrivate le seguenti richieste dalle varie Regioni:  Abruzzo 176 domande,  Basilicata 60, Calabria 196, Campania 201, Emilia Romagna 91, Friuli Venezia Giulia 47, Lazio 169, Liguria 107, Lombardia 517, Marche 125, Molise 79, Piemonte 741, Puglia 48, Sardegna 119, Sicilia 99, Toscana 65, Provincia Autonoma di Bolzano 0, Provincia Autonoma di Trento 42, Umbria 38, Valle d’Aosta 14, Veneto 167.

L’assegnazione delle risorse statali avverrà in base alle graduatorie definite in relazione alla consistenza dei piccoli Comuni per ogni Regione previa assunzione, da parte dell’Ente interessato, dell’impegno a procedere alla pubblicazione del bando di gara o della determina a contrarre entro il 31 agosto 2015.


Related Articles

Legge sull’usura: definiti i tassi per il periodo gennaio-marzo 2016

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 301 del 29 dicembre 2015 il Decreto Ministero dell’Economia e delle Finanze 21 dicembre

Riscossione: se il ricorrente non giudica l’estratto di ruolo equivalente all’originale ha il diritto di visionare l’intero documento

Nella Sentenza n. 5410 del 30 novembre 2015 del Consiglio di Stato, i Giudici affermano che il contribuente vanta un

Anac: inconferibile l’incarico di Presidente del CdA di un’Azienda pubblica all’Amministratore delegato di una Società pubblica operante nello stesso Settore

Inconferibile l’incarico di Presidente del Cda di un’Azienda a partecipazione totalmente pubblica che gestisce la raccolta e gestione dei rifiuti