Omicidio Diabolik, presunto killer resta in carcere

Omicidio Diabolik, presunto killer resta in carcere

Il Tribunale del Riesame di Roma ha confermato la custodia cautelare in carcere per Raul Esteban Calderon, il presunto killer di Fabrizio Piscitelli, alias ‘Diabolik, ucciso il 7 agosto 2019 nel parco degli Acquedotti a Roma con un colpo di pistola. L’uomo, argentino di 52 anni, è accusato di omicidio aggravato dal metodo mafioso. 

A ‘incastrare’ Calderon, dopo le indagini condotte dai poliziotti della Squadra Mobile di Roma e coordinate dalla Dda di Roma con i procuratori aggiunti Michele Prestipino e Ilaria Calò, c’è anche un video di una telecamera di sorveglianza che ha ripreso l’esecuzione del delitto. 

La scorsa settimana i giudici del Riesame hanno confermato la custodia cautelare in carcere per Calderon e per Enrico Bennato, in relazione all’omicidio di Shehaj Selavdi, ucciso sulla spiaggia di Torvajanica il 20 settembre 2020. In questo caso le indagini sono state condotte dai carabinieri di Frascati. Entrambi gli omicidi, per gli inquirenti, sono avvenuti nell’ambito dei contrasti per il controllo delle piazze di spaccio della Capitale. 


Related Articles

Covid, Sentinelle Costituzione: “Green pass a 12 mesi? Preoccupante, stato emergenza non prorogabile”

L’annuncio di una probabile estensione del certificato verde da 9 a 12 mesi dalla seconda dose “è molto preoccupante perché

Kate Middleton compie 40 anni, è lei il futuro della corona

La sua ultima apparizione, al pianoforte del concerto di Natale dalla Basilica di Westminster accanto al cantautore Tom Walker, ha

Renzi torna alla carica contro i giudici di Firenze: “Li denuncio di nuovo”

(Adnkronos) – “Denuncerò di nuovo i giudici di Firenze per aver nuovamente fatto circolare il mio estratto conto bancario, inviandolo

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.