Opere pubbliche: al via la consultazione pubblica sulle Linee-guida per la valutazione di quelle del Settore stradale

Opere pubbliche: al via la consultazione pubblica sulle Linee-guida per la valutazione di quelle del Settore stradale

Il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili (Mims) ha annunciato, con una Nota pubblicata l’11 luglio 2022 sul proprio sito istituzionale, la consultazione pubblica sulle Linee-guida operative per la valutazione delle Opere pubbliche – Settore stradale. Osservazioni, contributi e proposte dovranno essere inviati entro il 30 luglio 2022 all’indirizzo e-mail lineeguidastrade@mit.gov.it

Al termine della valutazione delle Osservazioni pervenute, il Documento sarà ufficialmente approvato con Decreto del Ministro e diverrà, analogamente a quello già adottato per il Settore ferroviario, lo strumento di supporto per la valutazione ex ante delle Opere, da utilizzare, sia “dagli Uffici del Mims, chiamati a svolgere analisi e comparazioni degli Interventi nelle attività di programmazione”, sia “dai Soggetti proponenti e attuatori, che dovranno tenerne conto nella predisposizione dei Progetti di fattibilità”. 

Nello specifico, le Linee-guida operative, oltre a fornire indicazioni per la valutazione trasportistica e economica, illustrano dettagliatamente i criteri per la sostenibilità ambientale degli Investimenti in Opere pubbliche, per la Sostenibilità sociale e per la Governance

Di fondamentale importanza è il confronto e la condivisione delle Linee-guida per una loro corretta applicazione, sia nella fase delle decisioni su Investimenti pubblici, sia nella fase di realizzazione.

Nel Settore stradale, ci sono una serie di soggetti che possono esprimere Proposte di Interventi e suggerimenti: Regioni, Province autonome e i loro Enti partecipati, Province e Città metropolitane, Comuni e le loro Unioni amministrative, oltre ad Anas e ai Concessionari autostradali. 

Alcuni di questi Enti hanno sviluppato propri strumenti di valutazione dei Progetti, tra cui analisi di fattibilità che preludono la Progettazione definitiva, e che, tramite le analisi costi-benefici, forniscono un set di Indicatori utili alle decisioni proprie del Mims. 

Pertanto, al fine di calibrare il livello ottimale di standardizzazione dei metodi di valutazione ex-ante e di selezione delle Opere pubbliche, tenuto conto delle evidenti differenze tra i diversi Settori e tra le diverse tipologie di Progetto, si ritiene necessario instaurare un dialogo costruttivo con tutte le parti interessate. 

Il Documento deve quindi essere considerato uno strumento da affinare attraverso l’uso ed il confronto con i Soggetti attuatori.


Related Articles

Liguria: in arrivo contributi per acquisto impianti e finanziamento ristrutturazioni aziendali

Titolo bando: aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale Tipo

Riscossione: prescrizione debiti tributari

Nell’Ordinanza n. 8297 del 29 aprile 2020 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che la scadenza del

Istat: pubblicato l’aggiornamento dell’Indice sul costo della vita a giugno 2020

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 186 del 25 luglio 2020 il Comunicato Istat recante l’aggiornamento al mese di giugno

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.