Opere pubbliche: approvate le “Linee guida per la procedura di verifica dell’interesse archeologico e individuazione di procedimenti semplificati

<a>Opere pubbliche: approvate le “<em>Linee guida per la procedura di verifica dell’interesse archeologico e individuazione di procedimenti semplificati</em>”</a>

Sulla G.U. n. 88 del 14 aprile 2022 è stato pubblicato il Dpcm. 14 febbraio 2022, recante “Approvazione delle Linee-guida per la procedura di verifica dell’interesse archeologico e individuazione di procedimenti semplificati”.

Il Decreto informa che la verifica preventiva dell’interesse archeologico è volta a valutare l’impatto della realizzazione di un’Opera pubblica o di interesse pubblico disciplinata dal Dlgs. n. 50/2016, rispetto alle esigenze di tutela del Patrimonio archeologico, riorientandone eventualmente le scelte progettuali ed esecutive. La procedura di verifica preventiva dell’interesse archeologico si applica a tutti i Progetti di opere pubbliche o di interesse pubblico disciplinati dal predetto Decreto.

La procedura di verifica preventiva dell’interesse archeologico si articola in fasi funzionali, i cui esiti integrano la progettazione di fattibilità dell’opera.

Per i Progetti di opere puntuali il cui importo dei lavori posti a base d’asta, al netto dell’Iva, sia inferiore a Euro 50.000, non è richiesta la redazione della documentazione archeologica. Se il Soprintendente richiede comunque l’avvio della procedura, i termini sono ridotti di un quarto.

Per tutti gli approfondimenti, si rimanda all’Allegato “1” del Decreto contenente le “Linee-guida per la procedura di verifica dell’interesse archeologico e individuazione di procedimenti semplificati”.


Related Articles

Digitalizzazione P.A.: sancito l’Accordo per la riallocazione del Ced della Corte dei conti presso Sogei

Con il Comunicato-stampa 19 febbraio 2015 la Corte dei conti ha reso nota l’avvenuta stipula di un Accordo di validità

“Turn over”: i vincoli non trovano applicazione in presenza di assunzioni per mobilità all’interno del Comparto pubblico

Nella Delibera n. 70 dell’8 giugno 2016 della Corte dei conti Piemonte, il quesito posto riguarda la possibilità di procedere

Comando di personale da altro Comune: non si applicano i limiti di spesa previsti per il lavoro flessibile

Nella Delibera n. 187 del 9 giugno 2017 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco chiede se il comando di

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.