Ordine professionale: non può contestare in giudizio la legittimità di un bando di gara

Ordine professionale: non può contestare in giudizio la legittimità di un bando di gara

 

La legittimazione degli Ordini professionali a contestare bandi di gara e/o per affidamento di incarichi professionali è generalmente riconosciuta nell’ordinamento e confermata dalla giurisprudenza.

Essa è però limitata al cosiddetto “interesse istituzionalizzato” dell’Ordine professionale. Tale soggetto, quindi, non può “surrogarsi” nelle facoltà del privato, ove leso da un bando di gara (in quanto, ad esempio, ritenuto eccessivamente restrittivo nei requisiti, o recante criteri di valutazione confusi e generici etc.), ma può soltanto contestare profili relativi all’interesse generale della collettività dei professionisti iscritti (ad esempio, perché penalizzata ingiustamente una intera categoria di professionisti).

Proprio riaffermando tale

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Trasferimenti erariali: erogate le anticipazioni del contributo legato al minor gettito Imu/Tasi dei Comuni colpiti dal Sisma del Centro Italia

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 70 del 24 marzo 2017 il Decreto 21 marzo 2017, emanato dal Ministero dell’Interno

Conto annuale: tempi e modalità di trasmissione dei dati relativi al Monitoraggio ed alla Relazione

La Ragioneria generale dello Stato, con la Circolare n. 10 del 3 aprile 2019, ha fornito le Istruzioni inerenti al

Segretario comunale: attribuzione dei diritti di rogito

Nella Delibera n. 189 del 5 maggio 2015 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco ha formulato una richiesta di