Organo di revisione degli Enti Locali: diffusi i nuovi Principi di vigilanza e controllo

Organo di revisione degli Enti Locali: diffusi i nuovi Principi di vigilanza e controllo

Il Consiglio nazionale dei Commercialisti e degli Esperti contabili (Cndcec) ha pubblicato nei giorni scorsi sul proprio sito istituzionale una nuova versione dei “Principi di vigilanza e controllo dell’Organo di revisione degli Enti locali”.

Si tratta di 12 documenti che fissano regole e criteri per lo svolgimento della funzione di revisione economico-finanziaria presso gli Enti Locali, alla luce delle disposizioni di cui al Dlgs. n. 118/2011 e delle recenti novità normative in materia di Enti pubblici e Società partecipate

Questi i temi trattati:

Documento n. 1 – Organo di revisione: composizione, funzionamento, programmazione e organizzazione dell’attività di revisione;

Documento n.  2 – Funzioni dell’Organo di revisione: attività di collaborazione, pareri obbligatori e vigilanza;

Documento n.  3 – Controlli sugli atti di programmazione e sul bilancio di previsione;

Documento n.  4 – Controlli di regolarità amministrativo -contabile sulle entrate e sulle spese;

Documento n.  5 – Controlli sul rendiconto;

Documento n.  6 – Controlli sui vincoli di assunzione e sulle spese di personale;

Documento n.  7 – Controlli sull’indebitamento;

Documento n.  8 – Controlli sugli agenti contabili e verifiche di cassa;

Documento n.  9 – Controlli sulla gestione economico-patrimoniale, conto economico e stato patrimoniale;

Documento n. 10 – Controlli sugli organismi partecipati;

Documento n. 11 – Controlli sugli adempimenti fiscali;

Documento n. 12 – Controlli sul bilancio consolidato.


Related Articles

Spesa di personale: sussidi economici erogati dagli Enti in relazione allo svolgimento di tirocini formativi

Nella Delibera n. 133 del 2 marzo 2017 della Corte dei conti Veneto, un Sindaco ha formulato i seguenti quesiti:

Catasto e contratti di locazione: i chiarimenti dell’Amministrazione finanziaria in seguito all’incontro con la Stampa specializzata

Con la Circolare n. 27/E del 13 giugno 2016, l’Agenzia delle Entrate ha risposto ai quesiti posti dalla Stampa specializzata

Iva: quale aliquota deve essere applicata ai lavori di realizzazione di attraversamenti pedonali?

Il testo del quesito: “Qual è l’aliquota Iva da applicare ai lavori di realizzazione di attraversamenti pedonali rialzati sulle vie

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.