Pagamenti verso la Pubblica Amministrazione: è possibile fornire l’Iban dell’Ente Locale?

Pagamenti verso la Pubblica Amministrazione: è possibile fornire l’Iban dell’Ente Locale?
di Cesare Ciabatti

Il testo del quesito:

Posto che non è possibile pubblicare sul sito dell’Ente l’Iban del conto di Tesoreria o dei Ccp intestati al Comune, in caso di richiesta da parte del cittadino è ancora possibile indicare l’Iban per effettuare il bonifico?

Ad esempio, i pagamenti delle spese dei funerali, che sono quotidiani, devono essere effettuati esclusivamente tramite PagoPa?”.

La risposta dei ns. esperti:

Gli Enti pubblici di cui all’art. 2, comma 2, lett a), del “Cad”, ovvero tutte le Pubbliche Amministrazioni indicate nell’art. 1 comma 2, del Dlgs. n. 165/2001, dal 28 febbraio

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

App utilizzate da P.A. per erogazione servizi e rispetto della normativa privacy: cosa deve fare un Ente per essere compliant col Gdpr?

Sempre più spesso i comuni, e più in generale la P.A., fanno uso di applicazioni al fine di fornire all’utenza

Asp: non possono essere considerate nel novero delle P.A. di cui all’art. 1, comma 2, del Dlgs. n. 165/01

Nella Sentenza n. 43 del 7 febbraio 2017 della Corte dei conti Emilia Romagna, il Consiglio di amministrazione di una

Documenti amministrativi elettronici: sono ammissibili in forme diverse da quella scritta?

Il testo del quesito: “Il Regolamento Eidas definisce il documento elettronico come qualsiasi contenuto conservato in forma elettronica, in particolare

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.