Pagamento diretto dei subappaltatori: qual è il comportamento da adottare dal punto di vista Iva e della verifica sulla tracciabilità?

Pagamento diretto dei subappaltatori: qual è il comportamento da adottare dal punto di vista Iva e della verifica sulla tracciabilità?

Il quesito:

E’ corretto, a seguito di inadempienza di pagamento dell’appaltatore nei confronti dei sub-appaltatori, rilasciare certificato di pagamento procedendo a pagare l’importo della fattura a saldo dell’appaltatore a favore dei sub-appaltatori. Volevamo dei chiarimenti da un punto di vista fiscale, in particolare ai fini Iva ed anche relativamente alla tracciabilità dei pagamenti”.

 

La risposta dei ns. esperti:

La problematica in questione è disciplinata dal nuovo “Codice degli Appalti” ed in particolare dall’art. 105, comma 13, del Dlgs. n. 50/16.

Fiscalmente, nel rapporto tra appaltatore e subappaltatore viene applicato il regime del “reverse charge

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Tornata contrattuale 2016-2018: il Ministro per la Semplificazione e la P.A. fornisce alcune indicazioni all’Aran

Con la Nota Prot. n. 7414 del 12 febbraio 2016 il Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione ha

Trattamento accessorio: superabile il limite di un singolo Comune se rimane inalterato quello complessivo di 2 Enti convenzionati

Nella Delibera n. 86 del 6 settembre 2016 della Corte dei conti Toscana, il parere ha ad oggetto i limiti

Imposta di bollo: quando e come gli Enti Locali devono versare quella per il 2015?

Il testo del quesito: “Il versamento del saldo 2014 dell’Imposta di bollo virtuale si effettua ancora tramite ‘F23’ entro il 28