“Patto di stabilità interno orizzontale nazionale”: rimodulati gli obiettivi dei Comuni

La Ragioneria generale dello Stato ha reso noto, in data 30 giugno 2014, che – in attuazione dell’art. 4-ter, comma 5, del Dl. n. 16/12, è stato aggiornato il Prospetto degli obiettivi 2014-2016 dei Comuni che hanno richiesto o ceduto spazi finanziari mediante il “Patto orizzontale nazionale” 2014.
Ai Comuni che nel 2014 cedono spazi finanziari, nel biennio successivo è riconosciuta una riduzione del proprio obiettivo pari all’importo degli spazi ceduti, mentre i Comuni che ricevono spazi finanziari aumentano, nei 2 anni successivi, il proprio obiettivo nella stessa misura degli spazi ricevuti. La variazione dell’obiettivo in ciascuno degli anni 2015 e 2016 è commisurata alla metà del valore dello spazio acquisito o, nel caso di cessione, attribuito nel 2014 (calcolata per difetto nel 2015 e per eccesso nel 2016).
Alla variazione dell’obiettivo dell’anno 2014 è aggiunto l’eventuale miglioramento o peggioramento dell’obiettivo conseguente alla partecipazione del Comune al “Patto orizzontale nazionale” 2012.
La rimodulazione dell’obiettivo conseguente all’applicazione del predetto meccanismo di compensazione nazionale orizzontale trova evidenza nella “fase 4-B” del Modello di calcolo degli obiettivi programmatici OB/14/C, presente nell’applicativo web dedicato al Patto di stabilità interno http://pattostabilitainterno.tesoro.it/Patto/.
Posto che l’ammontare degli spazi finanziari resi disponibili dai Comuni cedenti, pari a circa Euro 25,7 milioni, non è tale da consentire l’integrale soddisfacimento delle richieste pervenute, pari a circa Euro 412,5 milioni, l’attribuzione degli spazi finanziari, come disposto dal comma 5 del predetto art. 4-ter, è stata effettuata in misura proporzionale agli spazi finanziari richiesti da ciascun Comune.
Per recepire la suddetta rimodulazione degli obiettivi, gli Enti interessati devono accedere in variazione al predetto Modello OB/14/C d’individuazione degli obiettivi 2014, utilizzando la funzione di “Acquisizione/Variazione Modello”; in questo modo il Sistema aggiornerà il “saldo obiettivo finale”.


Tags assigned to this article:
Patto stabilità

Related Articles

Enti deficitari e dissestati: Circolare Fl. sulla certificazione sulla copertura tariffaria del costo di alcuni servizi per l’anno 2014

Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, ha diffuso il 6 marzo 2015 sul proprio sito istituzionale la

Edilizia scolastica: al via i finanziamenti a tasso agevolato del “Fondo Kyoto” per l’efficientamento energetico nelle scuole

  E’ aperta dal 25 giugno 2015 la possibilità per gli Enti Locali di contrarre dei mutui a tasso agevolato

Anticipazione di Tesoreria

Nella Delibera n. 121 del 26 luglio 2021 della Corte dei conti Lombardia, la Sezione ha accertato che un Comune

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.