Patto di stabilità: intesa in Conferenza Stato-città sulla ridefinizione degli obiettivi 2015

Patto di stabilità: intesa in Conferenza Stato-città sulla ridefinizione degli obiettivi 2015

E’ stata raggiunta nel corso della seduta del 19 febbraio 2015 della Conferenza Stato-Città e Autonomie locali, l’intesa sulla revisione dei criteri e della definizione degli obiettivi relativi al Patto di stabilità 2015 per i Comuni. L’accordo sulla metodologia proposta, sancito oggi dalla Conferenza-Stato “garantisce – secondo l’Anci – una funzionale correlazione tra l’onere derivante dagli obblighi di Patto e la stretta finanziaria connessa all’istituzione del Fondo sui crediti di dubbia esigibilità, coniugando la necessità del governo di monitorare attivamente il rispetto degli obblighi di finanza pubblica assegnati al comparto, con l’esigenza del singolo Comune, altrettanto legittima, di poter modulare in piena autonomia l’ammontare della manovra complessivamente posto a suo carico”.

L’intesa è stata commentata positivamente dal Presidente dell’Anci Piero Fassino che ha peró evidenziato come, d’altro canto, restino irrisolte questioni molto stringenti come la rimodulazione del taglio da un miliardo per le Città metropolitane, il personale in esubero che coinvolge anche le Province e le sanzioni derivanti dallo sforamento del Patto sia per le Province che per le Città metropolitane.


Related Articles

Trattamento dei dati personali e diritto di cronaca giornalistica: un nuovo provvedimento del Garante Privacy

L’11 marzo 2021 il Garante della Privacy ha disposto un provvedimento verso una testata online per l’utilizzo improprio di dati

Acquisto di beni immobili da parte di un Comune

Nella Delibera n. 22 del 26 gennaio 2015 della Corte di conti Lombardia, un Sindaco chiede un parere sulla possibilità

Iva su prestazioni didattiche: obbligo di fatturazione qualora non si opti per la dispensa ex art. 36-bis del Dpr. n. 633/1972

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Consulenza giuridica n. 7 del 18 maggio 2021, ha fornito chiarimenti in