Patto di stabilità interno: rese note le sanzioni per le violazioni relative all’anno 2015, individuate a seguito di accertamento successivo

Patto di stabilità interno: rese note le sanzioni per le violazioni relative all’anno 2015, individuate a seguito di accertamento successivo

Con il Comunicato n. 2 del 2 maggio 2019, il Ministero dell’Interno-Direzione centrale della Finanza locale, ha reso nota l’avvenuta pubblicazione sul proprio sito internet istituzionaledel Decreto ministeriale 30 aprile 2019, concernente l’applicazione della sanzione, per accertamento successivo, ad alcuni Enti Locali che sono risultati non rispettosi del Patto di stabilità interno relativo all’anno 2015.

Ai sensi dell’art. 31, comma 28, della Legge n. 183/2011 (“Legge di stabilità 2012”), in caso di violazione del Patto di stabilità interno accertata oltre l’anno successivo a quello cui la violazione si riferisce, le sanzioni si applicano nell’anno successivo all’accertamento del mancato rispetto del Patto stesso.

I Comuni sanzionati sono 12 e, coerentemente con quanto previsto dalla normativa vigente, il Decreto dispone che gli Enti in questione vengano assoggettati ad una sanzione di importo pari al 30% della differenza tra saldo obiettivo del 2015 e saldo finanziario conseguito nel medesimo anno.

I dettagli sulle Amministrazioni interessate dal Provvedimento sono reperibili nell’Allegato “A”, che forma parte integrante del Decreto.


Related Articles

“L’Ente digitale”: scadenze, adempimenti e sanzioni

Il processo di digitalizzazione dell’Ente ha conosciuto numerose tappe alle quali l’Ente non sempre è riuscito ad adeguarsi pienamente, limitandosi

Notifica degli avvisi di accertamento a mezzo Pec: è necessario usare la firma digitale sul pdf ?

Il testo del quesito: “Al Settore ‘Tributi’ del Comune abbiamo una divergenza di opinioni in merito alla notifica degli avvisi

“Manovrina”: le novità fiscali introdotte per Enti Locali e Società pubbliche

  E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 95 del 24 aprile 2017 (S.O. n. 20), il Dl. 24 aprile 2017,

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.