“Pcc”: quand’è che un debito può dirsi esigibile?

“Pcc”: quand’è che un debito può dirsi esigibile?

Il testo del quesito:

Ho una perplessità sul concetto di esigibilità (giuridica) che, se ho ben compreso, sarebbe una condizione del credito antecedente a quella di ‘credito scaduto’ (esigibilità finanziaria) e la cui corretta definizione incide sulla determinazione dei debiti come individuati dall’art. 7, comma 4 e 4-bis del Dl. n. 35/2013, oggetto di adempimento in Pcc (ad es. per la comunicazione di assenza di posizioni debitorie). Nei Principi contabili della Ragioneria generale dello Stato si legge che ‘la scadenza dell’obbligazione è il momento in cui l’obbligazione diventa esigibile. La consolidata giurisprudenza della Corte di Cassazione definisce come esigibile

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Progressioni economiche: i chiarimenti della Funzione pubblica e del Mef su “quota limitata” e selettività degli aventi diritto

La Funzione pubblica, con Nota Prot. n. 44366/2019, e la Ragioneria generale dello Stato, con Nota Prot. n. 179263/2019, in

Addizionale comunale Irpef: aggiornato l’elenco delle aliquote

Con il Comunicato 9 giugno 2015, il Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento delle Finanze, ha reso noto l’elenco

Finanza locale: diffusa la Relazione della Corte sulla gestione finanziaria 2013 degli Enti Locali

La Sezione delle Autonomie della Corte dei conti ha reso noto, il 19 gennaio 2014, sul proprio sito, il testo

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.