Penale sui lavori pubblici: come deve essere gestita contabilmente e fiscalmente?

Penale sui lavori pubblici: come deve essere gestita contabilmente e fiscalmente?

di Francesco Vegni

Il testo del quesito:

Chiedo un chiarimento su come deve essere gestita contabilmente e fiscalmente una penale sui lavori pubblici. In particolare, il Responsabile del Servizio ‘Tecnico’ ha liquidato fatture applicando una penale per ritardata consegna dei lavori, secondo quanto previsto dal contratto di appalto. È corretto che la Ditta emetta fatture per l’importo con penale ? Inoltre, in sede di inventario l’opera vale quanto pattuito all’avvio dei lavori o vale l’importo con la penale ?”.

La risposta dei ns. esperti:

Da quanto si evince dal testo del quesito, visto che la Ditta appaltatrice ha completato i lavori a regola d’arte seppur in ritardo, riteniamo che:

  1. la Ditta debba fatturare l’intero ammontare;
  2. la Regione debba riconoscere al Comune l’intero contributo (salvo che il Decreto di assegnazione non stabilisca diversamente in caso di penali per ritardo consegna lavori);
  3. il valore da inserire a patrimonio da parte del Comune sia appunto l’intera cifra;
  4. il Comune sia obbligato, contestualmente alla fattura della Ditta, emettere:
    1. se la spesa è afferente all’ambito istituzionale del Comune: una nota di addebito cartacea fuori campo Iva pari all’indennizzo richiesto;
    1. se la spesa è afferente all’ambito commerciale del Comune: una fattura elettronica per l’indennizzo richiesto, qualificandolo come “escluso da base imponibile ex art. 15, Dpr. n. 633/72”.

Related Articles

“Split payment” ancora all’esame dell’Ue: la bocciatura del “reverse charge” sulla grande distribuzione non impatta ad oggi sulla P.A.

Per sapere se il meccanismo dello “split payment” andrà incontro alla bocciatura da parte della Commissione europea analoga a quella

Elezioni amministrative ed europee del 25 maggio 2014: gli onorari dei componenti dei seggi

Immediatamente dopo la piú ampia Circolare Fl. n. 6 del 30 aprile 2014, dedicata alle spese di organizzazione tecnica per

Mutui Enti Locali: in G.U. i tassi da applicare su quelli a tasso variabile per il II semestre 2016

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 175 del 28 luglio 2016 il Decreto 19 luglio 2016, con il quale il

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.