“Piani triennali di razionalizzazione”: i risparmi possono essere destinati alla contrattazione integrativa l’anno successivo alla realizzazione

“Piani triennali di razionalizzazione”: i risparmi possono essere destinati alla contrattazione integrativa l’anno successivo alla realizzazione

Nella Delibera n. 8 del 26 gennaio 2016 della Corte dei conti Toscana, viene domandato se le economie conseguenti all’attuazione dei “piani triennali di razionalizzazione” di cui all’art. 16, commi 4 e 5, del Dl. n. 98/11, convertito dalla Legge n. 111/11, debbano o meno essere imputate al “Fondo per la contrattazione integrativa” dell’anno in cui vengano concretamente realizzate le attività che abbiano dato luogo a dette economie, sebbene queste ultime siano accertabili solamente a consuntivo nell’esercizio successivo. Inoltre, viene domandato se i beneficiari dei compensi finanziati con le maturate economie debbano essere la generalità dei

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Processo tributario telematico: diramate le regole tecnico-operative per lo svolgimento delle udienze da remoto

È stato pubblicato sulla G.U. n. 285 del 16 novembre 2020 il Decreto Mef 11 novembre 2020 rubricato “Individuazione delle

Comunicazione telematica delle liquidazioni periodiche Iva: disponibile il software gratuito per la trasmissione dei dati

Con il Comunicato-stampa 10 maggio 2017, l’Agenzia delle Entrate ha informato di aver reso disponibile il software ai fini della

Variazioni territoriali: incostituzionale la Lr. Sardegna che ha ridefinito i confini dei Comuni senza consultare i cittadini

Nella Sentenza n. 21 dell’8 febbraio 2018 della Corte Costituzionale, la questione controversa in esame riguarda la legittimità costituzionale dell’art.