“Pnrr”: pubblicato il Decreto per la realizzazione di nuovi Impianti di gestione dei rifiuti e ammodernamento di quelli esistenti

“Pnrr”: pubblicato il Decreto per la realizzazione di nuovi Impianti di gestione dei rifiuti e ammodernamento di quelli esistenti

Con Decreto Mef 6 agosto 2021 sono stati assegnati al Mite Euro 1,5 miliardi da destinare alla realizzazione di nuovi Impianti di gestione dei rifiuti e all’ammodernamento di Impianti esistenti da inquadrare all’interno della Missione 2, componente 1, Investimento 1.1 del “Pnrr”. 

Con la pubblicazione del Dm. Mite n. 396/2021 del 28 settembre 2021, che fornisce i criteri di selezione dei Progetti, l’iter per l’assegnazione delle risorse fa un importante passo avanti. Il 60% delle risorse inoltre è destinato alle Regioni del Centro-Sud.

Il predetto Decreto prevede che l’assegnazione delle risorse relative all’Investimento 1.1 avverrà attraverso la pubblicazione di 3 distinti Avvisi pubblici aventi ad oggetto proposte per il finanziamento di Interventi rientranti nelle seguenti Aree tematiche:

  • Linea d’Intervento A – Miglioramento e meccanizzazione della rete di raccolta differenziata dei rifiuti urbani” (totale risorse disponibili: Euro 600 milioni);
  • Linea d’Intervento B – Ammodernamento (anche con ampliamento di Impianti esistenti) e realizzazione di nuovi Impianti di trattamento/riciclo dei rifiuti urbani provenienti dalla raccolta differenziata” (totale risorse disponibili: Euro 450 milioni);
  • Linea d’Intervento C – Ammodernamento (anche con ampliamento di Impianti esistenti) e realizzazione di nuovi Impianti innovativi di trattamento/riciclaggio per lo smaltimento di materiali assorbenti ad uso personale (Pad), i fanghi di acque reflue, i rifiuti di pelletteria e rifiuti tessili” (totale risorse disponibili: Euro 450 milioni).

In risposta agli Avvisi che saranno pubblicati entro 2 settimane dall’entrata in vigore del Decreto, potranno presentare proposte di finanziamento:

  • gli Enti di governo degli Ambiti territoriali ottimali (Egato);
  • i Comuni, laddove gli Egato non siano stati costituiti;
  • i gestori incaricati del “Servizio rifiuti”, appositamente delegati dal corrispondente Egato o dal Comune, che rimarrà in ogni caso unico destinatario e responsabile nei confronti del Ministero per le risorse assegnate.

Il contributo massimo erogabile per ciascuna Proposta non potrà superare le seguenti somme:

  • 1 milione per la “Linea d’Intervento A”;
  • 40 milioni per la “Linea d’Intervento B”;
  • 10 milioni per la “Linea d’Intervento C”.

Oltre a fissare i criteri di valutazione delle Proposte, l’Allegato “1” al Dm. n. 396/2021 ne definisce i criteri di ammissibilità, stabilendo che gli Interventi da finanziare:

  • dovranno essere completati entro il 30 giugno 2026;
  • non devono aver ottenuto un finanziamento a valere su fondi strutturali UE;
  • non devono ledere il Principio “Dnsh”;
  • devono essere coerenti con gli strumenti di pianificazione previsti dal “Codice ambientale”.

Si segnala inoltre la pubblicazione del Dm. n. 397/2021, per la realizzazione di “Progetti faro” di Economia circolare, con una dotazione di Euro 600 milioni, da assegnare:

  • alle Imprese che esercitano prevalentemente le attività di cui all’art. 2195, nn. 1) e 3), del Codice civile;
  • alle Imprese che esercitano prevalentemente le attività ausiliarie di cui all’art. 2195, numero 5), del Codice civile, nei confronti delle Imprese di cui al punto precedente.

Related Articles

Contabilità Enti Locali: la Corte Costituzionale, con Sentenza 28 gennaio 2020 n. 4, si è espressa in merito alla contabilizzazione e utilizzo delle anticipazioni di liquidità

La Corte Costituzionale, con Sentenza 28 gennaio 2020 n. 4, si è espressa sulla legittimità costituzionale, in materia di contabilizzazione

“Spesometro” anno 2018: devono essere ricomprese anche le bollette-fatture ma solo se emesse nei confronti di soggetti Iva

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 68/E del 21 settembre 2018, ha chiarito che anche le bollette-fatture emesse da

“Manovra Finanziaria 2020”: presentato al Senato il Ddl. bollinato dalla Ragioneria dello Stato ed iniziata la sessione di bilancio

Presentato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, insieme al Ministro dell’Economia e della Finanza, il Ddl. Bilancio, bollinato dalla Ragioneria

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.