Potenziale operazione di acquisto di Azienda da parte di una Società partecipata

Potenziale operazione di acquisto di Azienda da parte di una Società partecipata

La Corte dei conti Liguria il 9 ottobre scorso ha emanato la Delibera n. 55, esprimendosi in merito ad una potenziale operazione di acquisto di Azienda da parte di una Società a totale partecipazione comunale. Nello specifico, una Società a totale partecipazione comunale che gestisce un servizio pubblico locale non può concludere un contratto di acquisto di Azienda a titolo definitivo da cui derivi obbligatoriamente il passaggio automatico di dipendenti assunti dall’impresa alienante in forma diretta, cioè senza il ricorso a procedure aperte di selezione pubblica. Infatti, ritenendo diversamente si verrebbe a consentire un’elusione dell’art. 18, comma 1, del Dl. n. 112/08 che, prescrivendo invece per tali Società il rispetto dei principi pubblicistici nelle procedure di reclutamento del personale, trova evidentemente ragione giustificatrice nella necessità di impedire che Società soggette al controllo esclusivo dell’Amministrazione pubblica, cui viene affidato direttamente l’esercizio di importanti compiti di interesse generale, sfruttando la veste formalmente privatistica possano definire gli aspetti organizzativi delle proprie strutture in modo totalmente svincolato dal rispetto di principi minimi essenziali dell’azione pubblica. Inoltre questo effetto elusivo si riscontrerebbe parallelamente anche nell’eventualità di passaggio solo parziale dei lavoratori a seguito di accordo raggiunto mediante consultazioni sindacali nell’ambito di una procedura fallimentare e anche nell’ipotesi considerata di assunzione successiva dei lavoratori eccedentari in virtù del diritto di precedenza ad essi spettante ex art. 47, comma. 6, della Legge n. 428/90. Infine la Sezione statuisce che è compito dei Comuni, nell’esercizio dei poteri di indirizzo e coordinamento attribuiti dall’art. 18, comma 2-bis, del Dl. n. 112/08 e dall’art. 3, comma 5, del Dl. n. 90/14, quello di adottare le decisioni necessarie affinché, anche in caso di acquisto di Azienda a titolo definitivo da parte di Società controllate, sia garantito il rispetto degli obiettivi di contenimento degli oneri del personale stabiliti per tutte le Società a partecipazione locale con norme di coordinamento della finanza pubblica e, concretamente specificati, dagli stessi Comuni con riferimento a ciascuna Società controllata.


Tags assigned to this article:
acquisizioniCorte dei contisocietà partecipate

Related Articles

Canone unico patrimoniale: è di competenza delle Province la riscossione nei Centri abitati con popolazione inferiore a 10.000 abitanti

Il Mef-Dipartimento delle Finanze, nella Nota 9 luglio 2021, rubricata “Canone patrimoniale di cui all’art. 1, commi 816 e seguenti

Trattamento accessorio Segretari comunali: le somme erogate rientrano nel calcolo del tetto di spesa

Nella Delibera n. 374 del 18 dicembre 2014 della Corte dei conti Lombardia, un Comune chiede se sia corretto, per

Riparto di giurisdizione tra Giudice ordinario e tributario: dipende dal credito azionato

Nella Sentenza n. 30752 del 28 novembre 2018 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità rilevano che la giurisdizione