Principio di rotazione: vale anche per gli affidamenti alle cooperative

Principio di rotazione: vale anche per gli affidamenti alle cooperative

Nella Delibera n. 500 del 5 giugno 2019 dell’Anac, una Cooperativa lamenta l’illegittima aggiudicazione del Servizio di manutenzione dei locali adibiti a bagni pubblici e del Servizio di prevenzione e tutela del randagismo (anno 2019) ad alcune Cooperative, gestori uscenti del Servizio, per violazione del Principio di rotazione degli inviti e degli affidamenti di cui all’art. 36 del Dlgs. n. 50/2016. Inoltre, la Cooperativa censura l’operato della Commissione di gara che non ha valutato la domanda di partecipazione trasmessa dall’istante entro la scadenza dei termini per la presentazione delle offerte, a nulla rilevando la circostanza di non essere stato invitato alla gara.

L’Anac segnala che l’art. 36 del Dlgs. n. 50/2016 ha consacrato la rotazione quale Principio generale da rispettare negli affidamenti di importo inferiore alla soglia di rilevanza comunitaria, ivi compresi quelli di importo inferiore ad Euro 40.000,00. Peraltro, l’Autorità osserva che il Principio di rotazione è un corollario del Principio di non discriminazione avente carattere oggettivo in quanto diretto a garantire una concorrenza effettiva, onde evitare situazioni di esclusiva o monopolio nell’esecuzione dell’appalto e che quale corollario del Principio di non discriminazione, lo ha ritenuto applicabile anche alle procedure di convenzionamento ex art. 5 della Legge n. 381/1991

Il fatto che la stazione appaltante nella lettera d’invito abbia fatto espresso riferimento all’art. 36 del Dlgs. n. 50/2016, comporta – secondo l’Anac – che la medesima si è auto vincolata alla conduzione della gara secondo le ordinarie regole indicate in tale articolo e, conseguentemente, al rispetto dei Principi di cui esse sono espressione, tra cui, in particolare, per quanto di interesse, quello di “rotazione”.

Infine, in riferimento alla mancata valutazione della domanda di partecipazione alla gara, che l’istante afferma di aver presentato alla stazione appaltante pur in assenza di un formale invito entro la scadenza dei termini per la presentazione delle offerte, l’Anac rileva che la lettera trasmessa non è un’offerta bensì una richiesta di invito ad offrire.


Related Articles

Tarsu: classificazione operata dall’Ente accertatore riguardo a Poste Italiane Spa

La Suprema Corte, con la Sentenza n. 13153 dell’11 giugno 2014, statuisce che, in materia Tarsu, la nozione di “ufficio

Appalti e Lavori pubblici: una Circolare ministeriale sull’attuazione delle “Norme per l’arte negli edifici pubblici”

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha emanato la Circolare n. 3728 del 28 maggio 2014, relativa alle “Norme

Tassa di concessione governativa servizi telefonici: termine per il pagamento da parte dell’utente

Nella Sentenza n. 1713 del 29 gennaio 2016 della Corte di Cassazione, la controversia concerne l’impugnazione di un avviso d’accertamento

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.