Principio gratuità compensi Cda delle Aziende speciali: si applica nei confronti di quelle che abbiano ricevuto contributi pubblici, tra cui non sono ricompresi il Fondo di dotazione e la remunerazione dei contratti di servizio

Principio gratuità compensi Cda delle Aziende speciali: si applica nei confronti di quelle che abbiano ricevuto contributi pubblici, tra cui non sono ricompresi il Fondo di dotazione e la remunerazione dei contratti di servizio

Nella Delibera n. 9 del 3 giugno 2019 della Corte dei conti Autonomie, la Sezione chiarisce che il principio della gratuità degli incarichi ai componenti del Consiglio di amministrazione delle Aziende speciali, di cui all’art. 6, comma 2, del Dl. n. 78/10, convertito con modificazioni dalla Legge n. 122/10, si applica nei confronti delle Aziende speciali di cui all’art. 114 del Dlgs. n. 267/00, che abbiano ricevuto “contributi a carico delle finanze pubbliche”.

Peraltro, la Sezione precisa che la nozione di “contributi a carico delle finanze pubbliche” di cui all’art. 6, comma 2, del Dl. n. 78/10, non comprende il conferimento del capitale di dotazione iniziale, né le erogazioni a titolo di contratto di servizio. Qualora sia corrisposto un compenso ai componenti del Consiglio di amministrazione delle Aziende speciali di cui all’art. 114 del Dlgs. n. 267/00, non beneficiarie di “contributi a carico delle finanze pubbliche”, trova applicazione la decurtazione di cui all’art. 1, comma 554, della Legge n. 147/13, nelle ipotesi ivi richiamate (titolarità di affidamento diretto da parte di soggetti pubblici per una quota superiore all’80% del valore della produzione e conseguimento di un risultato economico negativo nei tre esercizi precedenti).


Related Articles

Deposito semivuoto: per l’area inutilizzata non si paga la Tarsu

Nella Sentenza n. 313 del 7 luglio 2014 della Ctp Reggio Emilia, un frantoio era stato raggiunto da una rettifica

Imposta di soggiorno per le assunzioni stagionali

Nella Delibera n. 114 del 3 ottobre 2018 della Corte dei conti Campania, viene chiesto se il gettito rinveniente dall’Imposta

Lavori pubblici: lo scostamento tra tasso d’inflazione reale e programmato nel 2014 è stato inferiore al 2%

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 103 del 6 maggio 2015 il Decreto 24 aprile 2015 del Ministero delle Infrastrutture

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.