Principio onnicomprensività retribuzione dipendenti pubblici: non esclude compensi incentivanti per gli atti di pianificazione

Principio onnicomprensività retribuzione dipendenti pubblici: non esclude compensi incentivanti per gli atti di pianificazione

Nella Delibera n. 55 del 3 agosto 2017 della Corte dei conti Friuli Venezia Giulia, viene chiesto un parere in materia di compensi incentivanti per gli atti di pianificazione elaborati dall’Ufficio comunale di urbanistica. La Sezione conferma il principio di onnicomprensività della retribuzione, applicabile a tutti i dipendenti pubblici in virtù del principio di esclusività, sancito dall’art. 98 della Costituzione, nonché delle specifiche previsioni contenute nelle norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle Amministrazioni pubbliche di cui al Dlgs. n. 165/01.

Viene però evidenziato come tale principio non escluda la corresponsione di ulteriori compensi incentivanti previsti espressamente dalla legge.

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Contratti P.A.: le novità inserite nella bozza presentata da Aran

L’Aran, lo scorso mercoledì 8 novembre 2017, ha presentato ai Sindacati la prima stesura del Contratto, che raccoglie e modifica

“Decreto Semplificazioni”: le principali novità di interesse per gli Enti Locali e le Società partecipate

Il commento articolo per articolo Con i suoi 65 articoli, il Dl. 16 luglio 2020, n. 76, pubblicato sulla G.U.

Tarsu: onere della prova relativa alle superfici per le quali non è dovuta grava su chi ritiene di aver diritto all’esenzione

Nella Sentenza n. 5972 del 25 marzo 2015, la Corte di Cassazione si esprime in materia di Tarsu, osservando che