Principio onnicomprensività retribuzione dipendenti pubblici: non esclude compensi incentivanti per gli atti di pianificazione

Principio onnicomprensività retribuzione dipendenti pubblici: non esclude compensi incentivanti per gli atti di pianificazione

Nella Delibera n. 55 del 3 agosto 2017 della Corte dei conti Friuli Venezia Giulia, viene chiesto un parere in materia di compensi incentivanti per gli atti di pianificazione elaborati dall’Ufficio comunale di urbanistica. La Sezione conferma il principio di onnicomprensività della retribuzione, applicabile a tutti i dipendenti pubblici in virtù del principio di esclusività, sancito dall’art. 98 della Costituzione, nonché delle specifiche previsioni contenute nelle norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle Amministrazioni pubbliche di cui al Dlgs. n. 165/01.

Viene però evidenziato come tale principio non escluda la corresponsione di ulteriori compensi incentivanti previsti espressamente dalla legge.

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Segnaletica stradale: caratteristiche, costi ed errori più comuni

  La segnaletica stradale non è altro che uno strumento, standardizzato a livello internazionale, per fornire indicazione agli utenti della

Ici: requisiti esenzione attività sanitarie e assistenziali

Nella Sentenza n. 6711 del 2 aprile 2015 della Corte di Cassazione, un Comune ha notificato ad una Fondazione avvisi

Iva: entro il 28 dicembre il versamento dell’acconto, dal 2016 attenzione agli effetti dello “split payment”

Entro il prossimo 28 dicembre (visto che la scadenza del 27 cade di domenica) è necessario procedere, per gli Enti