Principio onnicomprensività retribuzione dipendenti pubblici: non esclude compensi incentivanti per gli atti di pianificazione

Principio onnicomprensività retribuzione dipendenti pubblici: non esclude compensi incentivanti per gli atti di pianificazione

Nella Delibera n. 55 del 3 agosto 2017 della Corte dei conti Friuli Venezia Giulia, viene chiesto un parere in materia di compensi incentivanti per gli atti di pianificazione elaborati dall’Ufficio comunale di urbanistica. La Sezione conferma il principio di onnicomprensività della retribuzione, applicabile a tutti i dipendenti pubblici in virtù del principio di esclusività, sancito dall’art. 98 della Costituzione, nonché delle specifiche previsioni contenute nelle norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle Amministrazioni pubbliche di cui al Dlgs. n. 165/01.

Viene però evidenziato come tale principio non escluda la corresponsione di ulteriori compensi incentivanti previsti espressamente dalla legge.

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Le proposte di Anac per snellire gli appalti in vista del “Decreto Semplificazioni”

Il 1° giugno 2020 Anac ha pubblicato una Nota relativa ad alcune proposte dalla medesima elaborate, dal titolo “Appalti digitali,

Rilevazione delle Partecipazioni e dei rappresentanti delle Amministrazioni negli Organi di governo di Società ed Enti per l’anno 2016

La Corte dei conti – Sezione Autonomie, rende noto che lunedì 13 novembre 2017 sarà avviata, mediante l’applicativo “Partecipazioni” del

“Covid-19”: in G.U. il Dpcm. che detta le regole della “Fase 3”

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 147 dell’11 giugno 2020 il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 giugno