Processo telematico: al via l’uso della Pec nei giudizi contabili

Processo telematico: al via l’uso della Pec nei giudizi contabili

Con il Comunicato 29 febbraio 2016, la Corte dei conti ha reso noto il testo del Dpr. n. 9/2016, attualmente in attesa di pubblicazione in G.U., che introduce la possibilità di utilizzare la Posta elettronica certificata nei giudizi dinanzi alla Corte dei conti.

Il Dpr. fa seguito al Decreto n. 98 del 21 ottobre 2015, che aveva dettato le “Prime regole tecniche ed operative per l’utilizzo della posta elettronica certificata nei giudizi dinanzi alla Corte dei conti” e alle “Istruzioni tecnico-operative per l’utilizzo della Posta elettronica certificata nei giudizi dinanzi alla Corte dei conti”, diffuse lo scorso ottobre 2016.

Come si legge nella Nota, le prime regole tecniche ed operative hanno ad oggetto in particolare l’uso della Pec nell’ambito di tutti i giudizi dinanzi alla Corte dei conti (di responsabilità, pensionistici, di conto, ad istanza di parte), con riferimento alle seguenti attività:

  • le comunicazioni e notificazioni, anche in fase pre-processuale;
  • il deposito telematico degli atti e dei documenti;
  • le correlate operazioni di conversione da cartaceo a digitale e viceversa.

La Corte dei conti ha reso disponibile (attraverso un link pubblicato sulla home page del proprio sito istituzionale) l’elenco degli indirizzi Pec, le date di decorrenza e altre informazioni utili agli Avvocati, quali quelle relative ai pagamenti degli oneri previsti mediante Modello “F23”.


Related Articles

Ambiente: Zedda, “vogliamo città smart ma basta una pioggia perché siano sommerse”

Al Sindaco di Cagliari Massimo Zedda è toccato ieri mattina in Parlamento il compito di farsi portavoce – nell’ambito dell’incontro

Spese di rappresentanza e Principio di sobrietà

Nella Delibera n. 121 dell’11 novembre 2020 della Corte dei conti Lazio, la Sezione rammenta che, stabilita la possibilità per

Enti Territoriali: equilibri di bilancio

Nella Delibera n. 102 del 20 dicembre 2019 della Corte dei conti Trentino Alto Adige (Trento), viene chiesto un parere