Progressioni economiche: i chiarimenti della Funzione pubblica sulla retroattività della decorrenza

Progressioni economiche: i chiarimenti della Funzione pubblica sulla retroattività della decorrenza

Il Dipartimento della Funzione pubblica, con il Parere Dfp-0006153-P-29/01/2021, in risposta alla richiesta formulata da un Comune, ha fornito chiarimenti in merito alla decorrenza delle “Peo” disciplinata dal Ccnl. Funzioni Locali 2016-2018.

Il Dipartimento, in linea con i chiarimenti precedentemente forniti da Aran (Orientamento Cfl_69 del 20 dicembre 2019), ha precisato che, in base alla disciplina stabilita dall’art. 16, comma 7, del Ccnl. 21 maggio 2018, l’attribuzione della Progressione economica orizzontale non può avere decorrenza anteriore al 1° gennaio dell’anno nel quale viene sottoscritto il Contratto integrativo che prevede l’attivazione dell’istituto, con la previsione delle necessarie risorse finanziarie. Ne deriva che, per dare una decorrenza fino al 1° gennaio dell’anno delle Progressioni orizzontali, non è obbligatorio chiudere la graduatoria entro il 31 dicembre, ma è sufficiente la previsione nel Contratto integrativo decentrato.

Tale interpretazione si discosta dal precedente Orientamento, condiviso anche dalla RgS e dalla Corte dei conti, secondo cui la decorrenza delle Progressioni economiche orizzontali non poteva essere anteriore al 1° gennaio dell’anno nel quale risulta approvata la graduatoria delle stesse. Tale lettura tuttavia, secondo la Funzione pubblica, deve intendersi superata, con specifico riferimento al Comparto “Funzioni locali”, alla luce della nuova disposizione che, nel prevedere espressamente che “l’attribuzione della Progressione economica orizzontale non può avere decorrenza anteriore al 1° gennaio dell’anno nel quale viene sottoscritto il Contratto integrativo che prevede l’attivazione dell’istituto, con la previsione delle necessarie risorse finanziarie”, definisce con certezza il limite di decorrenza della Progressione economica orizzontale, stabilendo che la stessa non può essere antecedente al 1° gennaio dell’anno nel quale viene sottoscritto il Contratto integrativo che prevede l’attivazione dell’istituto.


Related Articles

Esternalizzazione di servizi: il Comune non può mettere a disposizione dell’appaltatore il personale precedentemente adibito al servizio

Corte dei conti Basilicata, Delibera n. 47 del 14 dicembre 2016 Nella fattispecie in esame, un Comune chiede se, sul

Servizi elettorali: diffusa la Circolare per il coinvolgimento delle Organizzazioni di volontariato di Protezione civile

Con la Circolare n. 59 del 31 maggio 2022 della Direzione centrale per i Servizi elettorali, pubblicata sul sito del

Pubblico impiego: l’esistenza di una graduatoria ancora valida non preclude l’avvio di una procedura di mobilità

Nella Sentenza n. 3677 del 21 luglio 2016 del Consiglio di Stato, i Giudici specificano che l’istituto del cosiddetto “scorrimento

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.