Pubblica sicurezza: il Viminale rafforza i controlli su obiettivi a rischio e luoghi affollati

Pubblica sicurezza: il Viminale rafforza i controlli su obiettivi a rischio e luoghi affollati

All’indomani dell’attacco che ha colpito al cuore la capitale tedesca Berlino, il Viminale ha annunciato una stretta sui controlli relativi agli obiettivi italiani a più alto rischio.

Sebbene i contorni dell’episodio siano ancora tutti da definire e non ci sia certezza del fatto che sia riconducibile a una matrice terroristica, il neo-Ministro dell’Interno, Marco Minniti, ha chiestoai Prefetti ed ai Questori italiani – con una Direttiva diramata nella mattina del 20 dicembre 2016 – di rafforzare i controlli nelle aree di maggiore afflusso di persone in occasione dello svolgimento di eventi o cerimonie previste per le prossime festività natalizie nonché verso luoghi che notoriamente registrano particolare afflusso di visitatori.

Un’ulteriore misura prevista consiste nell’intensificazione dell’attività del “Comitato di analisi strategica antiterrorismo” (Casa), cui prendono parte i vertici nazionali delle Forze di Polizia e dei Servizi di Intelligence. A livello territoriale, infine, i Prefetti convocheranno i Comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza pubblica, per valutare eventuali profili di rischio.

Ricordiamo inoltre che, sempre al fine di garantire la pubblica sicurezza, il Ministro Minniti aveva recentemente disposto la proroga, fino al 31 dicembre 2017, del Piano d’Impiego del contingente di 7.050 militari nei servizi di vigilanza e di controllo del territorio e a siti ed obiettivi sensibili.


Related Articles

Trasferimenti erariali: assegnati i contributi per la messa in sicurezza di scuole e strade dei Comuni con massimo 20.000 abitanti

È arrivata il 10 gennaio 2019 la firma al Decreto previsto al comma 107 dell’art. 1 della Legge 30 dicembre

Spese legali: il Comune non è tenuto a pagare quelle sostenute da Consiglieri, Assessori o Sindaci

Nella Sentenza n. 5264 del 17 marzo 2015 della Corte di Cassazione, un soggetto era stato convenuto in giudizio da

Avvocati Enti pubblici: il punto di Palazzo Spada sullo status particolare che li contraddistingue

Nella Sentenza n. 5448 del 23 dicembre 2016 del Consiglio di Stato, la Federazione dei Legali del Parastato, l’Associazione nazionale