Quer pasticciaccio brutto dello “split payment” per le Società partecipate dagli Enti Locali

Quer pasticciaccio brutto dello “split payment” per le Società partecipate dagli Enti Locali

L’applicazione dello “split payment” per le Società partecipate dagli Enti Locali non trova la pace. Infatti, quando pensavamo di aver compreso realmente e definitivamente la ratio legis dell’art. 1 del Dl. n. 50/17, convertito con modificazioni nella Legge n. 96/17, in termini di perimetro applicativo del “nuovo split payment” per le Società partecipate dagli Enti Locali territoriali, il Mef interviene di nuovo modificando strutturalmente la posizione interpretativa assunta dal suo Dipartimento delle Finanze con il recente Dm. 27.06.2017, e dunque, il perimetro delle Società chiamate ad attuare la scissione dei pagamenti dal 1° luglio scorso.

Infatti,

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza 2019”: pubblicato il testo definitivo approvato dal Consiglio dei Ministri

Con una Comunicazione congiunta della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero dell’Economia e delle Finanze, è stata data

Canile municipale e Parco fluviale: gli incassi devono essere fatturati?

Il testo del quesito: “Abbiamo un dubbio riguardante gli incassi derivanti dalla gestione del Canile municipale. Il Servizio è affidato

Iva su forniture energetiche: un chiarimento sulle condizioni per applicare l’aliquota agevolata del 10% ai “contratti servizio energia plus”

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 288 del 22 luglio 2019, ha fornito chiarimenti in ordine