Quer pasticciaccio brutto dello “split payment” per le Società partecipate dagli Enti Locali

Quer pasticciaccio brutto dello “split payment” per le Società partecipate dagli Enti Locali

L’applicazione dello “split payment” per le Società partecipate dagli Enti Locali non trova la pace. Infatti, quando pensavamo di aver compreso realmente e definitivamente la ratio legis dell’art. 1 del Dl. n. 50/17, convertito con modificazioni nella Legge n. 96/17, in termini di perimetro applicativo del “nuovo split payment” per le Società partecipate dagli Enti Locali territoriali, il Mef interviene di nuovo modificando strutturalmente la posizione interpretativa assunta dal suo Dipartimento delle Finanze con il recente Dm. 27.06.2017, e dunque, il perimetro delle Società chiamate ad attuare la scissione dei pagamenti dal 1° luglio scorso.

Infatti,

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Cassa Depositi e Prestiti: prorogati i termini per aderire alla rinegoziazione dei mutui degli Enti di area vasta   

Con un Comunicato diramato il 3 maggio 2016, Cassa Depositi e Presiti ha annunciato la proroga dei termini per l’adesione

Vincoli di destinazione imposti dall’Ente: possibile utilizzare le somme già impegnate per finanziare altri lavori?

Il testo del quesito: “Nell’avanzo vincolato per vincoli imposti dall’Ente sono previste delle somme destinate alla costruzione di un Osservatorio

Iva: ribadita la rilevanza del servizio di illuminazione votiva erogato direttamente dai Comuni

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Consulenza giuridica n. 4 del 4 dicembre 2018, ha chiarito – semmai