Quer pasticciaccio brutto dello “split payment” per le Società partecipate dagli Enti Locali

Quer pasticciaccio brutto dello “split payment” per le Società partecipate dagli Enti Locali

L’applicazione dello “split payment” per le Società partecipate dagli Enti Locali non trova la pace. Infatti, quando pensavamo di aver compreso realmente e definitivamente la ratio legis dell’art. 1 del Dl. n. 50/17, convertito con modificazioni nella Legge n. 96/17, in termini di perimetro applicativo del “nuovo split payment” per le Società partecipate dagli Enti Locali territoriali, il Mef interviene di nuovo modificando strutturalmente la posizione interpretativa assunta dal suo Dipartimento delle Finanze con il recente Dm. 27.06.2017, e dunque, il perimetro delle Società chiamate ad attuare la scissione dei pagamenti dal 1° luglio scorso.

Infatti,

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Pubblico Impiego: entro il 2021 i pensionati pubblici potrebbero superare il numero dei dipendenti attivi nella P.A.

Ad oggi, a fronte di 3,2 milioni di dipendenti pubblici italiani, i pensionati pubblici ammontano a 3 milioni ed entro

Progressioni orizzontali: possibili dal 1° gennaio 2015

Nella Delibera n. 218 dell’8 giugno 2015 della Corte dei conti Lombardia, il quesito in esame verte sulla possibilità di

“E-fattura”: come gestire una fattura emessa in data diversa dalla data dell’esecuzione della prestazione?

Il testo del quesito: “In base a quanto previsto dall’art. 11 del Dl. n. 119/2018, ci sfugge il motivo per