Raccolta e smaltimento rifiuti illegittimamente non posti a carico degli utenti: non possono essere inseriti nel Pef di esercizi successivi

Raccolta e smaltimento rifiuti illegittimamente non posti a carico degli utenti: non possono essere inseriti nel Pef di esercizi successivi

Nella Delibera n. 4 del 1° marzo 2019 della Corte dei conti Basilicata, la questione controversa in esame riguarda l’imputazione delle spese per la raccolta e smaltimento dei rifiuti. In particolare, viene chiesto se sia possibile inserire nel Pef 2019 i costi non inseriti nei Pef relativi agli esercizi precedenti ovvero se tali costi sono recuperabili in altro modo. La Sezione rileva che le tariffe della Tari devono essere approvate dal Consiglio comunale entro il termine fissato da norme statali per l’approvazione del bilancio di previsione, in conformità al Piano finanziario del “Servizio di gestione dei rifiuti urbani”,

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Iva: in caso di rettifiche in diminuzione conseguenti a sconti e abbuoni non è ammessa la nota di debito emessa dal cessionario/committente

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 172 del 30 maggio 2019, ha chiarito che, ai fini

Debiti fuori bilancio: legittimi se comportano arricchimento o risparmi per l’Ente

Nella Delibera n. 302 del 13 novembre 2014 della Corte dei conti Lombardia, il Sindaco di un Comune, dopo avere

Consorzio B.I.M.: concessione di derivazione e pagamento sovracanone

Nell’Ordinanza n. 19678 del 22 luglio 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità hanno sostenuto che, in tema

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.