Rapporto di pubblico impiego: ai fini della sussistenza non è sufficiente la qualificazione formale

Rapporto di pubblico impiego: ai fini della sussistenza non è sufficiente la qualificazione formale

Nella Sentenza n. 5646 del 2 ottobre 2018 del Consiglio di Stato, i Giudici si sono pronunciati in merito ad un ricorso presentato da una ex collaboratrice di un Comune al fine di vedere riconosciuta in termini retributivi, previdenziali e assistenziali, la sussistenza di un rapporto di pubblico impiego, in conseguenza dell’attività prestata, quale assistente sociale, in forza di reiterate Convenzioni sottoscritte tra le parti.

I Giudici hanno ribadito il consolidato orientamento secondo cui la configurabilità di un rapporto di pubblico impiego dipende dai suoi contenuti sostanziali e non da come l’Amministrazione (datore di lavoro) lo abbia formalmente qualificato.

Gli

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Crediti d’imposta emergenza “Covid-19”: istituito il codice-tributo per compensare il premio per il lavoro prestato durante il mese di marzo

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 17/E del 31 marzo 2020, ha istituito i codici-tributo per il recupero in

Notifica: è nulla se la relata è apposta sul frontespizio della cartella esattoriale

Nella Sentenza n. 5435 del 3 marzo 2017 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità si esprimono sull’apposizione della

Imu/Tasi: operativi i canali telematici per l’invio della dichiarazione Enc

Sono disponibili, a partire da oggi, i  i canali telematici “Entratel” e “Fisconline” per la trasmissione dei dati della dichiarazione

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.